menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina in bagno, lui simula un malore: coppia di fidanzati in carcere

Perquisizione dei carabinieri in un'abitazione del capoluogo: sono entrambi accusati di spaccio, la droga lanciata nel water

BRINDISI - Lui e lei, fidanzati, sono stati arrestati con l'accusa di spaccio di droga: cocaina, per un peso di quasi 120 grammi, trovata dai carabinieri di Brindisi nell'abitazione della coppia. Entrambi i giovani, brindisini, sono finiti in carcere: lui a Brindisi e lei a Lecce, in attesa della convalida davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale.

Si tratta del 34enne Claudio Cucinelli e della 25enne Antonella Carbone.  I militari si sono recati nell'appartamento di Cucinelli per la notifica di CUCINELLI Claudio, classe 1984-2un atto urgente, sicuri di trovarlo e, suonato insistentemente il campanello, non hanno ricevuto risposta, se non dopo alcuni minuti nonostante udissero rumori e voci di persone. 

Gli inquilini, dopo aver aperto la porta, non hanno fornito giustificazioni plausibili sul ritardo nell'apertura, ragione per cui i carabinieri, insospettiti dal comportamento, hanno eseguito una perquisizione nell'abitazione, sove hanno rinvenuto, all'interno di un borsello, vari rotoli di nastro isolante, una forbice intrisa di stupefacente, un bilancino di precisione e la somma contante di 570 euro. 

CARBONE Antonella, classe 1993-2L'attività è stata estesa sia al terrazzo che al bagno, il cui scarico del water era intasato. E’ stato così necessario smontare il sanitario. In quel frangente Cucinelli avrebbe manifestato un malore, chiedendo l'immediato intervento di personale medico, giunto poco dopo.  Ma per i carabinieri si trattava di una simulazione che non gli ha distolti dalla ricerca della sostanza stupefacente, all’interno del tubo di scarico.  La droga, il denaro e i materiali rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro. Gli accertamenti medici hanno evidenziato l’ottimo stato di salute del brindisino, che dopo le formalità di rito è stato perciò condotto presso la casa circondariale di Brindisi a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. La compagna è stata invece condotta nel carcere di Lecce. 

I giovani avranno modo di chiarire la propria posizione in sede di udienza di convalida, che si svolgerà nei prossimi giorni. In quella occasione saranno interrogati dal gip, alla presenza dei rispettivi avvocati di fiducia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento