Cane antidroga fiuta la cocaina nel forno: nuovi guai per un brindisino

Il 36enne Giovanni Antico, già ai domiciliari, sorpreso con 237 grammi di cocaina all'interno della sua abitazione

BRINDISI – L'anfratto del forno in cui si trovava la droga non è sfuggita ai cani antidroga dell’Arma. Il brindisino Giovanni Antico, di 36 anni, è stato arrestato in flagranza di reato dai militari della Sezione radiomobile della compagnia di Brindisi, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo, già sottoposto ai domiciliari, nella giornata di ieri ha ricevuto la visita dei carabinieri, supportati dal team antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Modugno (Bari).

In una intercapedine del forno le forze dell’ordine hanno rinvenuto una scatola contenente 237 grammi di cocaina, parzialmente suddivisa in dosi, oltre a 380 euro in contanti, un bilancino di precisione e vario materiale utile per il confezionamento, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento