menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina nel tubo di scarico del bagno: fidanzati condannati

Quattro anni a Claudio Cucinelli e tre anni e quattro mesi ad Antonella Carbone, entrambi di Brindisi

BRINDISI – Condannati per spaccio di droga entrambi, Claudio Cucinelli, 34 anni, e Antonella Carbone, 25, fidanzati di Brindisi: lui a quattro anni di reclusione, lei a tre anni e quattro mesi, dopo gli arresti dell’8 marzo scorso, quando i carabinieri scoprirono 98 grammi di cocaina nel tubo di scarico del bagno.

La sentenza

CUCINELLI Claudio, classe 1984-2Le pene sono stati inflitte dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di  Brindisi, di fronte al quale si è svolto il processo con rito abbreviato chiesto dai difensori Daniela d’Amuri, Laura Beltrami e Giuseppe Guastella, all’indomani del rinvio a giudizio della coppia. Il gup ha applicato la riduzione di un terzo, prevista dalla scelta del rito speciale.

Cucinelli in sede di udienza di convalida dell’arresto, scagionò la compagna: “Lei non c’entra niente in questa storia: la cocaina era mia, è vero la spacciavo per raccogliere un po’ di soldi”, disse al giudice per le indagini preliminari. Cucinelli escluse che la compagna fosse a conoscenza non solo dello spaccio di droga ammesso, ma della stessa presenza di cocaina nell’appartamento. Quantità che avrebbe permesso di confezionare 132 dosi destinate alla vendita.

Versione coincidente con quella resa dalla donna, ma a dispetto della professione di innocenza anche per lei venne disposto l’arresto in carcere, nella sezione femminile del carcere di Borgo San Nicola, a seguire i domiciliari e oggi la condanna.

L’arresto 

L’arresto risale al primo pomeriggio dello scorso 8 marzo. I carabinieri raggiunsero l’abitazione della coppia, per notificare a Cucinelli un atto giudiziario. Dopo diversi minuti di attesa, sentendo rumori all’interno dell’appartamento, i militari chiesero al magistrato di turno l’autorizzazione ad accedere e proprio mentre stavano iniziando le operazioni di sfondamento, la coppia aprì. Cucinelli era da poco rientrando dal retro dell’abitazione, i militari lo videro sul ballatoio e poi sul cornicione: secondo la ricostruzione del pm, confermata dal gip, tentò la fuga.

La cocaina in bagno

CARBONE Antonella, classe 1993-2La perquisizione portò alla scoperta della droga e di materiale ritenuto usato per il confezionamento delle dosi, più 570 euro. Venne trovato anche un foglio sul quale erano stati annotati nomi e importi. Tutto sotto sequestro.

La cocaina venne trovata nel tubo di scarico, intasato. Durante il controllo, Cucinelli accusò un malore, ma secondo quanto riferito dai militari (nella nota stampa) si sarebbe trattato di una simulazione: fu chiesto l’intervento del 118, il brindisino finì in ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento