menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
N.P.

N.P.

Colluttazione e arresti al discount

BRINDISI – Un maresciallo della Sezione operativa navale della Guardia di Finanza fuori servizio ha impedito ieri ciò che alla fine si è configurato come una rapina aggravata in un supermercato di Brindisi, Il Primo Discount Srl di via Provinciale San Vito, riportando la frattura del setto nasale nella colluttazione con una coppia di ladri che alla fine è stata sopraffatta ed arrestata con l’intervento di alcuni militari della compagnia pronto impiego delle “fiamme gialle” e dei vigili urbani, intervenuti sul posto.

BRINDISI - Un maresciallo della Sezione operativa navale della Guardia di Finanza fuori servizio ha impedito ieri ciò che alla fine si è configurato come una rapina aggravata in un supermercato di Brindisi, Il Primo Discount Srl di via Provinciale San Vito, riportando la frattura del setto nasale nella colluttazione con una coppia di ladri che alla fine è stata sopraffatta ed arrestata con l'intervento di alcuni militari della compagnia pronto impiego delle "fiamme gialle" e dei vigili urbani, intervenuti sul posto.

I due sono un brindisino di 30 anni, N.P., e una donna polacca di 28 anni, M.E.S., assegnati dal pm di turno agli arresti domiciliari per i reati di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. I fatti attorno alle 20 di ieri, quando il sottufficiale libero dal servizio si trovava al supermercato assieme alla famiglia. Ad un certo punto il maresciallo ha notato un addetto alle vendite che cercava vanamente di fermare un uomo e una donna che stavano dirigendosi verso l'uscita con uno zaino all'interno del quale avevano riposto merce che non aveva alcuna intenzione di pagare.

A quel punto il militare si è parato davanti ai fuggiaschi qualificandosi come sottufficiale della Guardia di Finanza. Ma l'intimazione a fermarsi è stata vana. E' cominciata una violenta colluttazione all'esterno del supermercato (che si trova all'ingresso di Brindisi prima dell'incrocio con via Egnazia e via Nicola Brandi) tra la coppia, il maresciallo e il commesso in cui il finanziere è stato colpito al volto da un calcio dal 30enne brindisino, già noto alle forze dell'ordine come la sua donna, che cercava di liberare dalla presa del militare e dell'addetto alle vendite.

Ma alla fine i due ladri - che a quel punto tentando con la violenza di portare a termine la fuga con la merce razziata, erano diventati rapinatori - con l'arrivo dei rinforzi sono stati definitivamente bloccati e ammanettati. I primi ad intervenire sono stati i vigili urbani di una pattuglia di passaggio, che hanno firmato assieme ai finanzieri i verbali di arresto, seguiti dopo pochissimi minuti dai baschi verdi della compagnia pronto impiego accorsi su telefonata al 117. Sia N.P. che M.E.S. non sono nuovi a questo tipo di imprese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento