Colpi di pistola contro abitazione di imprenditore agricolo

Nella tarda serata di venerdì 3 luglio, furono dati alle fiamme tre camion

CELLINO SAN MARCO - Dopo l’incendio di tre camion nell’azienda agricola, di nuovo nel mirino di della criminalità l’imprenditore Angelo Maci. Nella notte tra lunedì e martedì scorso sono estati esplosi colpi di pistola contro la sua abitazione, sita tra via Gigante e via Bari alla periferia di Cellino.

Gli spari sono stati uditi dal vicinato, in molti si sono precipitati per strada allarmati. La notizia è trapelata solo nelle ultime ore. Sul posto si recarono i carabinieri per il sopralluogo del caso. La famiglia Maci, a quanto pare non era in casa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella tarda serata di venerdì 3 luglio, furono dati alle fiamme tre camion parcheggiati nello stabilimento della cantina Due Palme, sito in via San Marco, nei pressi del cimitero. Non è escluso che i due episodi non siamo collegati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento