menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coltivava cannabis indica: la giustizia gli presenta il conto

Eseguito un ordine di carcerazione in regime di domiciliati a carico di 44enne arrestato in flagranza lo scorso

SAN VITO DEI NORMANNI – La giustizia presenta il conto a un 44enne di San Vito dei Normanni, Giuseppe Prete, che lo scorso 22 giugno venne sorpreso con una piantagione di cannabis indica. L’uomo è stato arrestato in regime di domiciliari in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, dovendo espiare la pena di un anno e sei mesi di reclusione in regime di detenzione domiciliare, per coltivazione di sostanza stupefacente, “cannabis sativa varietà indica”

All’epoca dei fatti i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni si presentarono in contrada Castello al fine di effettuare una perquisizione nell’area antistante l’abitazione, dove vi era la presenza di 2 cani maremmani che iniziarono ad abbaiare e avventarsi contro i militari. 

Constatata l’assenza del marito, la moglie dell’arrestato, benché invitata, riferì di non essere in grado di tenere sotto controllo i due animali, uno dei quali si lanciò verso un brigadiere azzannandogli la gamba e procurandogli la lacerazione dei pantaloni, nonché della cute all’altezza della coscia destra, venendo subito soccorso. 

Iniziata la perquisizione nelle adiacenze di un recinto prospiciente l’abitazione, vennero rinvenuti 106 arbusti di cannabis in piena vigoria vegetativa e con le infiorescenze, dotati di impianto irriguo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento