menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Coltivazioni gelate”: anche Carovigno chiede lo stato di calamità

Lettera dell’assessore Sbano alla Regione Puglia: “Danni sul 90 per cento della superficie, 60 produttori ortofrutticoli in difficoltà”

CAROVIGNO - “Danni sul 90 per cento della superficie, 60 produttori ortofrutticoli in difficoltà”: anche il Comune di Carovigno chiede il riconoscimento dello stato di calamità naturale dopo le nevicate dei giorni scorsi e scrive alla Regione Puglia per ottenere un sopralluogo.

La lettera è stata scritta dall’assessore Francesca Sbano “in seguito all’evento meteorico che ha gravemente compromesso le colture orticole” e in particolare quelle di “carciofi, broccoli, sedano, legumi, cicoria, rape e finocchio sull’intero territorio comunale e in particolare lungo la fascia costiera compresa tra il territorio del comune di Ostuni, contrada Lamaforca e quello di Brindisi, Torre Guaceto”.

“Ci sono state abbondanti nevicate e gelate ancora in corso”, si legge nella missiva . “Sono stati causati danni pari al 90 per cento, al mare alla strada serrata per una superficie di circa duemila ettari che coinvolge 60 produttori ortofrutticoli. Sono state colpite anche aziende agricole sparse sul territorio comunale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento