Cronaca

Comandante Forestale, anche il Riesame dice no all’interdizione dal lavoro

Giovanni Roselli libero dopo il blitz del 9 novembre scorso: accolta la memoria dell’avvocato Mario Guagliani. Il pm chiedeva la sospensione per dieci mesi per il capo della stazione di Ostuni

BRINDISI – No alla sospensione dal lavoro, della durata di dieci mesi, per il comandante della Forestale di Ostuni, Giovanni Rosselli, accusato di “truffa per aver attestato falsamente la presenza in servizio”: il Riesame ha respinto il ricorso presentato dal pubblico ministero dopo che il gip non aveva ravvisato ragioni alla base della misura interdittiva.

I giudici del Tribunale di Lecce, in funzione di Riesame, si sono pronunciati ieri sull’istanza per sostituto procuratore Milto Stefano De Nozza, rispetto alla quale l’avvocato difensore dell’indagato, Mario Guagliani, ha replicato con una memoria che, evidentemente, deve aver convinto il collegio.
Il pm aveva fatto appello al Riesame in seguito al rigetto della richiesta di emissione della misura interdittiva da parte del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi.

Il penalista, invece, aveva fatto ricorso al Riesame per chiedere l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari chiesta dallo stesso pm e firmata dal gip lo scorso 9 novembre. 

Rosselli, in sede di interrogatorio di garanzia spiegò punto per punto le contestazioni mosse nel capo di imputazione. Guagliani al Riesame sollevò anche una serie di eccezione contenute nel cosiddetto pacchetto sicurezza. I giudici, poi, hanno annullato il provvedimento e Rosselli è stato rimesso in libertà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comandante Forestale, anche il Riesame dice no all’interdizione dal lavoro

BrindisiReport è in caricamento