rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Cominciato il concerto per Melissa

MESAGNE – A brillare c’è lei, Melissa. Il primo Memorial per Melissa Bassi, la 16enne di Mesagne rimasta uccisa nell’attentato dinanzi l’Ipsss Morvillo Falcone, si sta svolgendo in questo momento in piazza Vittorio Emanuele II (Porta Grande) a Mesagne. E’iniziato alle ore 21 e proseguirà per circa 2 ore, il concerto organizzato dal “Comitato spontaneo di giovani mesagnesi per Melissa Bassi” nato ad hoc per l’evento ad un mese dal criminale e vile gesto.

MESAGNE - A brillare c'è lei, Melissa. Il primo Memorial per Melissa Bassi, la 16enne di Mesagne rimasta uccisa nell'attentato dinanzi l'Ipsss Morvillo Falcone, si sta svolgendo in questo momento in piazza Vittorio Emanuele II (Porta Grande) a Mesagne. E'iniziato alle ore 21 e proseguirà per circa 2 ore, il concerto organizzato dal "Comitato spontaneo di giovani mesagnesi per Melissa Bassi" nato ad hoc per l'evento ad un mese dal criminale e vile gesto.

"Il tuo sorriso per sempre" è la frase scritta sui banner che scendono dalle due torri ai due lati del palco. Gli occhi di Melissa, al centro di tutta la serata assieme al suo sorriso che ha commosso il mondo. Prima la lettura della poesia "Ballata delle donne" di Edoardo Sanguineti, un momento dedicato all'essere femminile, alla donna. "Perché la donna non è cielo, è terra carne di terra che non vuole guerra: è questa terra, che io fui seminato, vita ho vissuto che dentro ho piantato, qui cerco il caldo che il cuore ci sente, la lunga notte che divento niente. Femmina penso, se penso l'umano la mia compagna, ti prendo per mano".

Sul palco saliranno anche alcuni genitori delle ragazze ferite accompagnate da don Pietro, parroco di Mesagne che è stato molto vicino a tutti, genitori, fratelli e sorelle di Veronica, Vanessa Capodieci, Selena Greco, Azzurra Camarda, Sabrina Ribezzi. Un momento di grande emozione sarà quello dedicato a Melissa da Mario, il fidanzato. Il giovane ha scritto una lettera per la sua dolce e giovanissima compagna perduta, la sua voce registrata come sottofondo ad un video creato da lui e da Flavia Muri, cugina di Melissa, e scorrono immagini, foto, di momenti di vita, che loro hanno condiviso e vissuto fino a quel maledetto sabato di maggio.

Una parte della lettera di Mario: "Ciao amore, non avrei mai voluto scrivere questa lettera in un occasione del genere. Forse non puoi né vedermi né ascoltarmi. Avrei voluto dirti queste cose in tua presenza. Aspettandomi magari un abbraccio, un bacio che mi avrebbe fatto andare in paradiso in un istante. E invece, ci sei andata tu...troppo presto per essere credibile. E ora sono solo...e tu...sei lì..insieme agli angeli del cielo. Come stai con loro? Da quel maledetto giorno la mia vita è cambiata, mi manchi immensamente".

"Come farò a passare tutti i pomeriggi della mia vita senza quel modo semplice di sentirci, senza i tuoi messaggi affettuosi. . Davanti a me vedo solo gli occhi del tuo assassino. Un uomo apparentemente innocuo che ci ha tolto la vita in modo brutale. Che vita sarà senza di te. Aiuta tu chi ora sta soffrendo per te, il tuo papà, la tua mamma che oramai da quel giorno, sono morti insieme a te. Dacci la forza per andare avanti. So che starai tu accanto alle tue amiche, la maggior parte delle quali non sa ancora di averti persa per sempre. Aiutale a guarire e a tornare sorridenti come un tempo, quando scherzavamo e ridevamo tutti insieme".

"E ringrazio Selena che mi ha fatto conoscere i tuoi occhi per la prima volta e che ancora oggi ricordo limpidi come il primo giorno. Vorrei portare il mio pensiero anche a voi: Azzurra, Sabrina, Veronica, Vanessa...ci sarà Melissa ad abbracciarvi ogni giorno. Lei che è sempre stata tanto buona e così dolce, che non negava a nessuno il suo sorriso, e che probabilmente, non lo starà negando neppure a quel vigliacco. Ed è proprio a lui che adesso vorrei rivolgermi: la tua viltà ha tolto la vita ad un angelo bellissimo che stava iniziando a vivere proprio adesso. Non sei degno di perdono e di considerazione, non esisti".

"Con che coraggio adesso stai piangendo. Sono solo lacrime false, perchè non è un cuore che batte nel tuo petto. Non spetta a me il perdono, devi rendere conto solo a Dio delle tue azioni ed è a Lui che andrà il tuo pentimento. E lo riceverà anche Melissa che era tanto buona. Lei sì che ti perdonerà, perchè adesso dall'alto sarà il nostro angelo custode, starà accanto alle ragazze in ospedale che non vogliono morire" .

Poi tocca a Flavia Muri, cugina di Melissa Bassi, che sarà accompagnata al pianoforte dal maestro Damiano Tamburrino, la sua lettura avrà come sottofondo "Bella's lullaby" colonna sonora del film Twilight. Tra un'esibizione e l'altra ci saranno diversi interventi, di giovani, studenti, tra cui quello di Martina Carpani, la presidente della Consulta degli studenti di Brindisi. E poi sul palco salirà anche una compagna di classe di Melissa che leggerà la lettera scritta da Selena Greco (che sarà presente durante la serata), migliore amica della 16enne.

Ci sarà anche un videomessaggio di Albano Carrisi, con le parole di un padre che tanto tempo fa ha perso anche lui una figlia, Ylenia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cominciato il concerto per Melissa

BrindisiReport è in caricamento