Comune di Brindisi, via libera alle assunzioni: 45 unità più 44 Lsu

Tra le figure cercate: geometri, poliziotti municipali, assistenti sociali e tecnici programmatori. Confermato lo staff

BRINDISI – Ingegneri informatici, assistenti sociali, poliziotti municipali, geometri, programmatori e istruttori direttivi. Il Comune ha dato il via libera alla manovra per le assunzioni dal 2019 sino al 2021, prevedendo 45 innesti più la stabilizzazione di 44 lavoratori socialmente utili e la conferma delle due unità per lo staff del sindaco.

Il piano triennale

Riccardo Rossi con la fascia tricolore Il piano triennale è stato varato dalla Giunta, con delibera, il 25 settembre scorso, partendo dal confronto tra la  relazione-fotografia sul personale comunale in servizio e quella degli impiegati e dei dirigenti prossimi alla pensione. Già dal prossimo mese di gennaio sono diverse le caselle dell’organigramma che resteranno vuote, dopo quelle rimaste vacanti nel corso del 2017. L’anno scorso hanno lasciato gli uffici del Comune 14 persone, quattro delle quali vigili urbani. Nei prossimi 12 mesi andranno via nove unità.

Fatta questa premessa, l’Amministrazione ha accertato che è stato “rispettato il tetto di spesa per il personale” e che il rapporto tra i dipendenti e la popolazione residente a Brindisi è pari a uno su 253 “di gran lunga inferiore rispetto a uno su 126 di cui alla tabella del decreto del ministero degli Interni del 10 aprile 2017”, si legge nella relazione di accompagnamento alla delibera dell'esecutivo. Ed è passata a fare i conti, sostenendo che per il 2019 la “possibilità teorica di assumere personale risulterebbe corrispondente al cento per cento alle cessazioni del 2018, per una somma pari a 701.937,48 euro, oltre alle quote non utilizzate della capacità assunzionali del triennio precedente, per 782.451,58”.

Quanto al 2020, in teoria la possibilità di procedere agli innesti sarebbe pari a tutte le cessazioni previste nel 2019. Lo stesso vale per il 2021 con riferimento ai 12 mesi precedenti.

Anno 2019

Per il prossimo anno, il Comune di Brindisi ha previsto l’assunzione a tempo indeterminato di: un istruttore direttivo tecnico ingegnere informatico, categoria giuridica D (stipendio annuo pari a 33.163,11) tramite procedura concorsuale e/o scorrimento di graduatoria; tre istruttori direttivi amministrativi, categoria D (99.489,33 euro), stessa procedura; due assistenti sociali categoria D (66.326,21), stessa procedura; quattro istruttori di vigilanza, categoria C (128.582,88) da attingere all’ultima graduatoria; tre istruttori tecnici geometri, categoria C (91.707,87) tramite procedura concorsuale e/o scorrimento di graduatoria. E ancora assunzioni previste per: tre istruttori tecnici programmatori, categoria C (91.707,87), stessa procedura; una progressione in verticale da categoria B a C e un’altra da categoria C a D.

La somma messa in preventivo per il 2019 ammonta complessivamente a un milione e 796.560,89 euro.

Gli Lsu

Nello stesso anno, l’Amministrazione comunale intende procedere anche alla stabilizzazione di 44 lavoratori socialmente utili, part time al 50 per cento, a completamento di quanto avvenuto un passato. In questo caso la spesa sarà interamente coperta dagli incentivi regionali. Gli accordi tra le parti sono in corso.

Anno 2020

Il Comune di Brindisi-2Per il 2020, l’Ente prevede l’assunzione a tempo indeterminato di: un istruttore direttivo tecnico geologo categoria D (33.163,11) tramite procedura concorsuale e/o scorrimento di graduatoria; cinque istruttori direttivi amministrativi contabili, categoria C (165.815,55), stessa procedura; quattro istruttori di vigilanza, categoria C (128.582,88) da attingere alla graduatoria; sei istruttori amministrativi, categoria C (183.415,74); una progressione verticale dalla categoria B alla C e un’altra dalla C alla D.

La spesa totale ammonta a un milione e 570.216,57 euro.

Anno 2021

Per l’anno 2021, sono previste le seguenti assunzioni: un istruttore direttivo amministrativo, categoria D (33.163,11), tramite procedura concorsuale e/o scorrimento di graduatoria; quattro istruttori di vigilanza, categoria C (128.582,88) da attingere dalla graduatoria; un istruttore tecnico perito termotecnico, categoria C (30.569,29); due istruttori tecnici geometri, categoria C (61.138,58); cinque istruttori amministrativi, categoria C (152.846,45); due progressioni in verticale dalle categorie B a C.

L’importo complessivo per la copertura delle assunzioni è pari a un milione e 530.802,33.

Lo staff del sindaco

Il primo cittadino intende avvalersi di due unità di staff per i prossimi tre anni e per questo la Giunta ha detto sì alla previsione della spesa di 80.245,12 euro ogni 12 mesi per la “costituzione dell’ufficio posto alle dirette dipendenze del sindaco Riccardo Rossi, per l’esercizio delle funzioni di supporto all’organo di direzione politica”. L’importo rientra nel limite del tetto di spesa del personale a tempo determinato e si riferisce agli stipendi da riconoscere a Francesca Cuomo, portavoce, e a Paola Crescenzo, segretaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

Torna su
BrindisiReport è in caricamento