menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licenziamenti ad Autigno: l'amministrazione comunale diffida le ditte

La la Geoambiente e la Elettrogas non si sono presentate all'incontro convocato ieri dall'amministrazione comunale a seguito del licenziamento di due unità che lavoravano presso la discarica

BRINDISI – Dopo il licenziamento di due lavoratori, il Comune di Brindisi ha inviato una diffida alle due ditte, la Geoambiente e la Elettrogas, che si occupano dei servizi di estrazione di gas e di produzione di energia presso al discarica comunale di Autigno. Lo si apprende da una nota diramata dal segretario provinciale del sindacato Cobas, Roberto Aprile, che ieri mattina (23 maggio) si è incontrato nuovamente con l’assessore all’Ecologia e all’Ambiente, Vito Carella.

Erano attesi alla riunione anche i rappresentanti delle due imprese. Ma questi non si sono presentati. Il Comune, da quanto riferito dal Cobas, ha chiesto alle aziende “di riprendere le attività, assicurando la sicurezza dell'impianto (sotto sequestro da oltre un anno nell’ambito di una inchiesta della Procura di Brindisi, ndr), che deve essere presidiato obbligatoriamente”.

La diffida sarà inoltrata per conoscenza a tutti gli enti preposti alla sicurezza del sito, tra cui i carabinieri del Noe e il dipartimento Spesal dell’Asl di Brindisi. “Abbiamo anche sostenuto nel corso dell'incontro – prosegue Aprile - le nostre preoccupazioni relative all'inquinamento della intera zona dovuta alle mancate attività di bonifica in seguito al sequestro della magistratura, nella speranza che non ci si trovi di fronte all'ennesimo disastro ambientale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento