Cronaca

Comune, ok alle assunzioni: educatori, geometri, ingegneri e architetti

Approvato il piano per il fabbisogno del personale sino al 2018: da quest’anno nessun ostacolo essendo stato rispettato il patto di stabilità nel 2015. Nel 2017 arriveranno tre istruttori di vigilanza, contratti a tempo determinato per insegnanti alle materne e al nido

BRINDISI – Da quest’anno il Comune di Brindisi ha le carte in regole per assumere personale, da anni ben al di sotto dell’organico: sono vuote le caselle relative ai geometri, agli ingegneri e agli architetti, così come quelle degli istruttori di vigilanza e ancora quelle degli educatori di asili nidi e insegnanti di scuola materna.

Comune di Brindisi - Uffici-2Il bilancio è parecchio ingessato, come si legge nella relazione della struttura commissariale, di cui il fabbisogno del personale  costituisce uno degli allegati. C’è e si sente il peso  dell’eredità lasciata dalle passate Amministrazioni, ma dal punto di vista formale un passo in avanti è stato compiuto perché l’Ente ha rispettato nel 2015 il patto di stabilità e, di conseguenza, è venuto meno il blocco alle assunzioni che ha paralizzato i nuovi ingressi lo scorso anno. Non solo. E’ stato certificato il rapporto tra spese per il personale e spese correnti al di sotto del 25 per cento, “precisamente il 20,92 per cento” e che le uscite per il personale a tempo determinato per l’anno 2016, non superano quelle relative alle stesse finalità nel 2009”, come stabilito dal Governo.

Entro la fine dell’anno in corso, il Comune intende assumere a tempo indeterminato “due funzionari amministrativi di categoria D”, un operatore dei servizi generali di categoria A addetto alla guardiania del Palazzo di città” e un “istruttore tecnico-geometra di categoria C”. In tutti e tre i casi la strada scelta è quella che porta alle Province, essendoci la necessità di assorbire gli esuberi legati alla cessazione delle Amministrazioni provinciali.

Assunzioni a tempo determinato, invece, sono previste per “due dirigenti extra dotazione organica”: un laureato a cui affidare la responsabilità del servizio Ecologia, Igiene Urbana e attività sportive e un altro a cui delegare i settori Energia, Impianti, Patrimonio e Urbanistica. A tempo determinato anche gli ingressi per “tre istruttori tecnici, geometri, categoria C”, più “due funzionari tecnici ingegneri categoria D3 e un funzionario tecnico architetto per proroga dei rapporti già in essere”. A meno che la nuova Amministrazione, quella cioè che si insedierà dopo le elezioni, non stabilità diversamente. A conti fatti, lo stanziamento previsto ammonta a 146mila euro.

Nel 2017, stando al piano del fabbisogno, è previsto l’ingresso di tre istruttori di vigilanza di categoria C, con contratto a tempo indeterminato, “per una somma complessiva di 94.335”.

 Per quanto riguarda, invece, i contratti a tempo determinato, il Comune spera di riuscire a coprire i posti vuoti per insegnanti di scuola materna ed educatori di asili nido, il cui numero dovrebbe essere definito ad inizio dell’anno scolastico tenuto conto del numero delle iscrizioni. Nello stesso anno, è stata prevista la conferma delle figure professionali extra pianta organica. Il totale della spesa, è pari a 204.628,67 euro.

Nel 2018 dovrebbe essere possibile l’assunzione a tempo indeterminato di “tre istruttori tecnici, profilo professionale geometra, categoria C, di due funzionari tecnici-ingegneri e un architetto, tutti di categoria D3”, fermo restando l’inserimento a tempo determinato di insegnanti di scuole materne ed educatori.

Il piano è stato sottoposto ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali il 4 maggio scorso e nel corso dell’incontro “non sono scaturite eccezioni”. Anche perché sono stati confermati i pensionamenti sino alla fine dell’anno: saranno 15 i dipendenti che lasceranno gli uffici del Comune sino al 31 dicembre 2016.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, ok alle assunzioni: educatori, geometri, ingegneri e architetti

BrindisiReport è in caricamento