rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Con chiavi rubate nell'auto tentano furto in casa. I carabinieri li bloccano

BRINDISI – Le chiavi di casa rubate dall'abitacolo di un'auto nei pressi di un supermercato del capoluogo messapico seguito, da li a qualche ora di distanza, al tentativo di furto in un'abitazione di Mesagne. E l'immediato intervento dei carabinieri del nucleo radiomobile - guidati dal tenente Alessio Gallucci - che sorprendono alcuni soggetti nelle vicinanze del portone i quali, alla vista dei militari, si danno alla fuga.

BRINDISI - Le chiavi di casa rubate dall'abitacolo di un'auto nei pressi di un supermercato del capoluogo messapico seguito, da li a qualche ora di distanza, al tentativo di furto in un'abitazione di Mesagne. E l'immediato intervento dei carabinieri del nucleo radiomobile - guidati dal tenente Alessio Gallucci - che sorprendono alcuni soggetti nelle vicinanze del portone i quali, alla vista dei militari, si danno alla fuga.

Scatta uno spericolato inseguimento che, iniziato a Mesagne si conclude al quartiere Cappuccini, con un arresto e due denunce. E' all'angolo tra via Cappuccini e via Chimienti che finisce la fuga di tre uomini a bordo di una Opel Astra coupè, la quale nel corso dell'inseguimento, era rimasta danneggiata dopo un violento botto che ha reso inservibili le sospensioni e ha determinato anche l'apertura dell'airbag laterale. Due dei tre fuggitivi sono stati bloccati immediatamente il terzo, invece, stato rintracciato dopo essersi rifugiato dietro il muro di cinta di una delle scuole nei paraggi.

In manette è finito Teodoro Valenti, 38 anni, sorvegliato speciale, per il reato di violazione degli obblighi a cui si sono aggiunte le accuse di tentato furto e ricettazione. Queste ultime due contestazioni sono mosse anche nei confronti di un 20enne (A. L.) ed un 24enne (A. R.) tutti di Brindisi che sono stati denunciati. Valenti in seguito all'impatto dell'auto ha riportato un trauma cranico facciale, ferite e fratture giudicate guaribili in una trentina di giorni ed è stato colto da una crisi d'ansia sfociata in momenti di tensione nel pronto soccorso dell'ospedale Perrino, contenuti grazie all'intervento dei carabinieri e del personale del posto fisso di polizia. Ora è ricoverato nel reparto di chirurgia plastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con chiavi rubate nell'auto tentano furto in casa. I carabinieri li bloccano

BrindisiReport è in caricamento