rotate-mobile
Cronaca

Concerto Melissa, fine sottoscrizione

MESAGNE – Si sono tenute questa sera, con inizio alle ore 20, le operazioni di apertura di 63 salvadanai predisposti per la raccolta dei fondi inerenti l’evento organizzato dal “Comitato spontaneo di giovani mesagnesi per Melissa Bassi”, tenutosi a Mesagne il 19 giugno scorso ed intitolato “Concerto per Melissa”. La somma raccolta è stata pari a 1.388,50 euro. Il tutto è avvenuto alla presenza dell’avvocato Francesca Riccio, del Foro di Brindisi.

MESAGNE - Si sono tenute questa sera, con inizio alle ore 20, le operazioni di apertura di 63 salvadanai predisposti per la raccolta dei fondi inerenti l'evento organizzato dal "Comitato spontaneo di giovani mesagnesi per Melissa Bassi", tenutosi a Mesagne il 19 giugno scorso ed intitolato "Concerto per Melissa". La somma raccolta è stata pari a 1.388,50 euro. Il tutto è avvenuto alla presenza dell'avvocato Francesca Riccio, del Foro di Brindisi.

Ci si aspettava una somma più importante ma l'apertura dei 63 salvadanai consegnati e distribuiti tra le attività commerciali di Mesagne e di Brindisi - in quest'ultima città grazie alla collaborazione della Confesercenti del capoluogo - ha portato la cifra di 1.388,50 euro. Durante la serata del 19 giugno scorso, dove in piazza Vittorio Emanuele II a Mesagne, c'erano circa tremila persone per assistere al "Concerto per Melissa".

Le operazioni di apertura e conteggio dei soldi si sono inoltre tenute alla presenza del legale della famiglia Greco, Laura Scianaro del Foro di Brindisi, come testimone. Hanno anche partecipato alcuni dei ragazzi del Comitato che ha voluto fortemente organizzare l'evento e l'ha portato avanti con le insormontabili difficoltà che si sono create intorno. Una fra tutte, è stato il mancato contributo economico del Comune di Mesagne, che a 4 giorni dall'evento comunicò che a disposizione ci sarebbe stato solo il patrocinio morale.

Il contributo concordato inizialmente era stato pari a 1.500,00 euro che il Comitato aveva messo in preventivo per ammortizzare le spese del service - audio e luci - palco, gruppo elettrogeno e le spese viaggi degli artisti che ricordiamo si sono esibiti senza il cachet. I ragazzi però si sono voluti ugualmente far carico di tutte queste spese che ammontano a 928,78 euro ovvero 428.78 per spese viaggi e 500 euro spese del service.

Il Comitato, essendo composto da ragazzi, la maggior parte studenti, giovani disoccupati o senza un lavoro fisso non ha potuto far altro che detrarre una minima parte dal contenuto dei salvadanai aperti questa sera. La somma detratta equivale a 388,50 euro che parzialmente coprirà le spese dei viaggi degli artisti, per tutto il resto, saranno gli stessi giovani, con le loro forze, ad accollarsi queste spese. I restanti mille euro verranno suddivisi tra le famiglie delle ragazze rimaste ferite nell'attentato del 19 maggio 2012.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto Melissa, fine sottoscrizione

BrindisiReport è in caricamento