rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca San Vito dei Normanni

Scu, omicidio Lippolis: un altro uomo in carcere per scontare la pena

Si tratta del 47enne Emanuele Guarini, di Mesagne. E' stato condannato a 30 anni con sentenza passata in giudicato

SAN VITO DEI NORMANNI – Dopo Marcello Cincinnato e Antonio Epicoco, anche il 47enne Emanuele Guarini, di Mesagne, è stato condotto in carcere per scontare la pena inflitta per l’omicidio di Nicolai Lippolis, un delitto commesso in Montenegro nel settembre 1998, maturato nell’ambito di dinamiche interne alla Scu. Accompagnato dal suo avvocato, Raffaele Missere, il 47enne nella giornata di ieri (lunedì 26 ottobre) si è costituito presso la caserma della compagnia carabinieri di San Vito dei Normanni, che gli hanno notificato un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la corte d’appello di Taranto. L’umo deve espiare una condanna pari a 30 anni di reclusione.

Il provvedimento scaturisce dalla sentenza emessa il 26 settembre 2019 da parte della Corte d’Assisi di Appello di Taranto, in riforma della sentenza datata 24 aprile 2015, del gup presso il tribunale di Lecce, a seguito di dichiarazione di inammissibilità del ricorso datata 19 ottobre 2021 della Corte di Cassazione. L’arrestato, concluse le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scu, omicidio Lippolis: un altro uomo in carcere per scontare la pena

BrindisiReport è in caricamento