Trovato con auto rubata: condanna definitiva e arresto

Cinque anni e 8 mesi per Daniele De marco, 31 anni, di Mesagne. Il reato risale al mese di marzo del 2015

MESAGNE - I carabinieri della stazione di Mesagne hanno eseguito un ordine di esecuzione pena, emesso dal Tribunale di Brindisi, nei confronti di Daniele De Marco, 31enne del luogo. L’uomo deve espiare di 5 anni, 8 mesi e 17 giorni di reclusione, nonché 4 mesi di arresto, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale con l’aggravante della recidiva quinquennale e furto aggravato, commessi il 19 marzo 2015 quando fu trovato dagli stessi militari dell’Arma locale in possesso di una Lancia Y risultata rubata a Leverano. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, e in considerazione della situazione delle carceri, De Marco sconterà la pena in regime di detenzione domiciliare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento