Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Aggressione a operatore del 118: dovrà pagare multa da 900 euro

Il giudice di pace di Brindisi condanna un uomo di Cellino San Marco che inveì contro un’equipe di sanitari intervenuti in soccorso di un anziano, purtroppo deceduto

CELLINO SAN MARCO – Dovrà pagare una multa da 900 euro per aver aggredito e minacciato un operatore operatori del 118. Il giudice di pace di Brindisi, Francesco De Vitis, ha condannato un uomo residente a Cellino San Marco che nel gennaio 2015 inveì contro un’equipe di sanitari intervenuta per prestare soccorso a un 85enne colto da malore. Al momento dell’arrivo dell’ambulanza, purtroppo, il pensionato era già morto. I tentativi di rianimazione praticati dai soccorritori non sortirono alcun effetto.

Medico (donna), infermiere, autista e soccorritrice si ritrovarono in un vero e proprio incubo. Prima ancora di raggiungere il paziente, infatti, gli operatori, una volta scesi dall’ambulanza, subirono un’aggressione verbale sfociata in un pugno inferto a un infermiere. Fu necessario l’intervento dei carabinieri per scortare i malcapitati verso il mezzo di soccorso. Tutto questo perché i parenti del deceduto imputarono all’equipe un ritardo nell’intervento.

“Sostenevano che eravamo in ritardo di 35 minuti – dichiarò un operatore a BrindisiReport all’epoca dei fatti - quando invece abbiamo impiegato solo 9 minuti per raggiungere quell’appartamento”. L’infermiere aggredito fu refertato in ospedale e nei giorni successivi, assistito dall’avvocato Rocco Vincenti, sporse querela per i reati di minacce e lesioni. La vicenda è dunque approdata presso l’aula del giudice di pace di Brindisi, che nella giornata di ieri (giovedì 10 giugno) ha emesso la sentenza di condanna. Oltre alla multa pari a 900 euro, l’imputato dovrà anche risarcire la parte offesa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione a operatore del 118: dovrà pagare multa da 900 euro

BrindisiReport è in caricamento