menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio internazionale di sostanze stupefacenti: sei persone in carcere

Reati commessi fra il 2012 e il 2015 fra le province di Brindisi e Lecce. Imputati residenti a Brindisi e Torchiarolo

Dopo la sentenza di condanna della Corte d’Appello, sei persone residenti fra Brindisi e Torchiarolo sono state condotte in carcere dei reati di spaccio internazionale di sostanze stupefacenti ed estorsione aggravata da metodi mafiosi, riguardanti fatti commessi tra le province di Brindisi e Lecce tra il 2012 e il 2015.

Le misure restrittive sono state eseguite dai carabinieri della Sezione operativa della compagnia di Brindisi, coadiuvati dai colleghi della stazione di Torchiarolo, a carico delle seguenti persone: Giovanni Maiorano, 38enne di Torchiarolo, condannato alla reclusione di 7 anni, 7 mesi e 23 giorni;  Maurizio Maiorano, 47enne di Brindisi, sottoposto agli arresti domiciliari, condannato ai 8 anni, 5 mesi e 26 giorni; Gianluca Maiorano, 36enne di Brindisi, sottoposto agli arresti domiciliari, condannato a 8 anni, 6 mesi e 4 giorni; Luca Lorfei, 40enne di Brindisi, sottoposto agli arresti domiciliari, condannato a 7 anni, 1 mese e 3 giorni; Massimiliano Lasalvia, 31enne di Torchiarolo, sottoposto agli arresti domiciliari, condannato a 10 anni, 5 mesi e 26 giorni; Francesca Perrone, 34enne di Torchiarolo, detenuta presso la sezione femminile della Casa Circondariale di Lecce, condannata alla reclusione di 8 anni.

Le indagini che portarono agli arresti furono condotte dai carabinieri del Norm della compagnia di Brindisi. I cinque uomini sono stati condotti presso la casa circondariale di Brindisi in via Appia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento