Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Francavilla Fontana

Truffa aggravata: una donna in carcere per scontare la pena

La 50enne Vita Maria Altavilla espierà presso la casa circondariale di Taranto la parte residua di una condanna pari a due anni di reclusione

BRINDISI – La giustizia presenta il conto a una donna, la 50enne Vita Maria Altavilla, che deve scontare la parte residua di una condanna pari a due anni di reclusione per truffa aggravata, commessa a Francavilla Fontana il 20 maggio 2010. La donna espierà la pena presso la casa circondariale di Taranto.

Nei suoi confronti l’ufficio Esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il tribunale di Brindisi ha emesso un ordine di carcerazione. I provvedimento restrittivo le è stato notificato dai carabinieri della stazione di Francavilla Fontana, in collaborazione con i colleghi della stazione di Villa Castelli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa aggravata: una donna in carcere per scontare la pena

BrindisiReport è in caricamento