menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una radiomobile dei carabinieri

Una radiomobile dei carabinieri

Coniugi ottantenni picchiati e rapinati in casa

SAN DONACI – Notte di violenza e terrore per due anziani di San Donaci: poco prima delle due, sono stati sorpresi nella loro casa da un gruppo di banditi che li hanno immobilizzati, picchiati e rapinati di denaro e monili di oro.

SAN DONACI - Notte di violenza e terrore per due anziani di San Donaci: poco prima delle due, sono stati sorpresi nella loro casa da un gruppo di banditi che li hanno immobilizzati, picchiati e rapinati di denaro e monili di oro. Il bottino ammonta a poco più di duecento euro, le vittime hanno riportato ferite al volto.

La donna guarirà in una settimana, il marito, invece, ha un taglio sotto l'occhio sinistro più preoccupante e che necessita di ulteriori cure e approfondimenti diagnostici, è stato trattenuto in ospedale sotto osservazione. Alle ferite fisiche però si deve aggiungere la paura provata dai due anziani, entrambi poco più che ottantenni. Essere sorpresi nel cuore della notte da una banda di uomini malintenzionati e violenti in casa propria, non sono paure che si dimenticheranno facilmente.

Sulle tracce dei rapinatori, che si ritiene siano più di due, si sono messi i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana, diretti dal tenente Roberto Rampino e i colleghi della stazione di San Donaci, giunti sul posto subito dopo la segnalazione da parte dei famigliari delle due vittime. I banditi non erano armati. Questo è l'unico elemento certo.

La coppia vive in una traversa di via Cellino, poco distante dal centro urbano. Si ritiene che i banditi siano entrati con l'intenzione di perpetrare un furto senza disturbare le vittime. Invece la coppia si è svegliata non appena c'è stata l'irruzione. A quel punto i piani probabilmente sono saltati: gli anziani sono stati immobilizzati con dello scotch trovato in casa, "state tranquilli che non vi succede nulla", avrebbero detto i rapinatori prima di mettersi a rovistare per le stanze.

La situazione è degenerata quando non è stato trovato quello che si cercava, a quel punto i due anziani sono stati schiaffeggiati violentemente fino a quando non hanno confessato dove era nascosto il denaro. Il bottino però è stato magro. I banditi sono fuggiti con poco più di duecento euro e qualche anellino e collanina di oro. Troppo poco rispetto alla violenza dell'atto delittuoso.

La prima a riuscire a liberarsi è stata la donna che ha subito chiamato il figlio. Poi sono stati allertati i carabinieri e il 118. I militari della compagnia di Francavilla, al comando del maggiore Giuseppe Prudente, hanno lavorato per tutta la notte ma al momento dei rapinatori non c'è traccia.

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento