Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Consales: "Enel ormai solo alla ricerca del profitto, a danno del territorio"

Non è caduta nel vuoto la presa di posizione del sindaco Mimmo Consales contro l'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, accusato si sgarbo istituzionale per non aver messo al corrente l'amministrazione comunale della visita presso il petrolchimico di Brindisi avvenuta lo scorso 23 settembre. Allo stesso tempo, il primo cittadino alza il tiro contro l'Enel

BRINDISI – Non è caduta nel vuoto la presa di posizione del sindaco Mimmo Consales contro l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, accusato si sgarbo istituzionale per non aver messo al corrente l’amministrazione comunale della visita presso il petrolchimico di Brindisi avvenuta lo scorso 23 settembre. Allo stesso tempo, il primo cittadino alza il tiro contro l'Enel. 

Attraverso una nota stampa, Consales ha annunciato di aver ricevuto una telefonata da parte del responsabile delle relazioni esterne del gruppo Eni, “il quale ha chiarito che non c’era alcuna volontà dell’amministratore delegato Descalzi di ignorare le istanze del territorio brindisino ed a tal proposito ha già dato indicazioni affinché si possa realizzare in tempi brevissimi un primo incontro con l’amministratore delegato di Versalis per una verifica degli interventi da mettere in campo per portare a soluzioni una serie di problematiche legate al petrolchimico di Brindisi, a partire da quelle inerenti il funzionamento delle torce”. 

Nel duro intervento del 23 settembre, Consales prese di mira anche i vertici dell’Enel per la gestione dei lavori di realizzazione del carbonile coperto e di altre questioni di carattere ambientale. E su questo fronte, il sindaco rincara la dose, manifestando l’intenzione di “assumere una iniziativa nei prossimi giorni per pianificare il percorso legato ai rapporti con l’Enel”.

“Alcuni avvenimenti registrati negli ultimi mesi – afferma il primo cittadino – testimoniano un atteggiamento discutibile del management dell’Enel. Abbiamo già fatto cenno alla vicenda del Centro di ricerca che, nonostante impegni ben precisi assunti in passato, vive una fase di declino (anche occupazionale) invece di svolgere un ruolo centrale nel sistema di ricerca della società, finalizzato all’introduzione di tecnologie meno impattanti per l’ambiente. A ciò vanno aggiunti i ritardi nell’entrata in funzione dei carbonili coperti (con le scontate conseguenze negative per l’ambiente) che sono frutto di scelte discutibili nella gestione del cantiere, con la consueta sottovalutazione delle potenzialità dell’imprenditoria locale a vantaggio di grandi gruppi internazionali che, a conti fatti, hanno provocato più danni che vantaggi”. 

“Del resto – aggiunge Consales – non è un mistero che ormai l’Enel sia solo alla ricerca del massimo profitto, a danno del territorio e delle sue imprese. Lo si evince dal sistema di gestione delle gare d’appalto, con richieste multiple di ribassi che non possono che incidere negativamente sulla qualità delle lavorazioni svolte e sulla sicurezza nei cantieri”.

“Chiederò al Presidente del Consiglio Loiacono di convocare una conferenza dei capigruppo – afferma il Sindaco – per tracciare il percorso di una trattativa che dovrà condurre ad un sostanziale miglioramento delle condizioni ambientali (in questa ottica sarà indirizzata anche la posizione ufficiale dell’Ente in sede del riesame in atto delle autorizzazioni ambientali) e ad un non più rinviabile ristoro per un territorio che ha subito tante conseguenze negative per la presenza della centrale di Cerano. Contestualmente chiederò ancora una volta un incontro con i vertici dell’azienda, ovviamente da svolgersi a Brindisi”.
                                                                                            

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consales: "Enel ormai solo alla ricerca del profitto, a danno del territorio"

BrindisiReport è in caricamento