Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Trincee drenanti per il depuratore di Bufalaria: maxi-consultazione a Bari

Sono una novantina i soggetti convocati dall'assessore regionale Giovanni Gianni per l'inchiesta pubblica, adempimento previsto nell'ambito della procedura di verifica di assoggettabilità a Via delle trinceee drenanti per il depuratore di Bufalaria

CAROVIGNO – Sono una novantina i soggetti convocati dall’assessore regionale Giovanni Gianni per l’inchiesta pubblica, adempimento previsto nell’ambito della procedura di verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto ambientale per il progetto di “Realizzazione di recapito finale temporaneo e complementare allo scarico nel Canale Reale dell’impianto depurativo consortile di Carovigno a mezzo di trincee disperdenti”. L’inchiesta pubblica, una consultazione dei soggetti riconosciuti come associazioni per la protezione ambientale, è prevista dall’articolo 24 comma 6 del decreto legislativo 152/06, si occuperà dell’esame dello studio preliminare ambientale, dei pareri forniti dalle pubbliche amministrazioni e delle osservazioni dei cittadini senza che ciò comporti interruzioni o sospensioni dei termini per l’istruttoria.

Il nuovo depuratore di BufalariaTutti convocati, associazioni, sindacati, enti locali, agenzie, Upi, Anci, Acquedotto Pugliese, Confindustria, nell’aula Lavori pubblici presso l’assessorato alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia (Via delle Magnolie 6/8 Modugno zona industriale di Bari), il 3 febbraio 2015 alle 11 per l’avvio dei lavori di consultazione.

Gli esiti della consultazione si concluderanno con una relazione sui lavori svolti ed un giudizio sui risultati emersi, che sono acquisiti e valutati ai fini del provvedimento di verifica di assoggettabilità a Valutazione dell’impatto ambientale. La documentazione progettuale è visionabile sul portale web della Regione Puglia al seguente indirizzo https://www.sit.puglia.it/portal/VIA/Elenchi/Procedure+VIA e ai seguenti record: A.Q.P./Carovigno/SIA/lmpiantodidepurazione 12/01/2015 – A.Q.P./Carovigno/lntegrazionialSlA/l mpianto di depurazione/Integrazioni CdS del 23/1/2015 23/01/2015. La partecipazione andrà confermata al responsabile del procedimento Francesco Longo, fr.longo@regione.puglia.it (Nella foto, il nuovo depuratore di Bufalaria)

Depuratore Bufalaria-2Le trincee drenanti serviranno a disperdere nel terreno i reflui trattati e affinati dal nuovo depuratore di Bufalaria, come misura transitoria in attesa del completamento della nuova condotta sottomarina di Apani. Al momento i reflui dell’impianto di Bufalaria vengono immessi nel Canale Reale, e ciò a scatenato l’opposizione degli ambientalisti, mentre su iniziativa personale del segretario regionale del partito Comunista e del professore di antropologia Antonio Palmisano, entrambi di Carovigno, è in corso una operazione che sposti l’attenzione sull’intero problema del Canale Reale, che sfocia nella riserva marina di Torre Guaceto, dove scaricano da molti anni altri tre depuratori certamente più impattanti di quello di Bufalaria, e dove è grave il fenomeno degli scarichi abusivi. (Nella foto, lo scarico del depuratore di Bufalaria)

Scavo trincee drenanti 2-2-2Salvare il Canale Reale per salvare Torre Guaceto è la parola d’ordine di Tonino Mosaico e Antonio Palmisano, che stanno dialogando con altri interlocutori molto interessati come l’assessore all’Urbanistica di Francavilla Fontana. Il Reale è infatti l’unico fiume della provincia di Brindisi con sorgenti a Villa Castelli, e nessun ambientalista di questo mondo potrà ritenersi soddisfatto della soluzione della questione Bufalaria visto che quella pre-esistente è ben più grave, denunciata da Goletta Verde più volte, e comunque ufficialmente riconosciuta visto che da decenni ai due lati della foce esiste un divieto di balneazione connesso alla presenza di inquinanti biologici legati agli impianti di deputazione di Ceglie Messapica, Francavilla Fontana e Latiano, agli scarichi di frantoio, agli autospurgo pirata. E’ questo il vero fattore di incompatibilità su cui l’attuale movimento pro-Torre Guaceto non si è mai fatto vivo. (Nella foto, una delle trincee drenanti)

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trincee drenanti per il depuratore di Bufalaria: maxi-consultazione a Bari

BrindisiReport è in caricamento