rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Fasano

Contrabbando, confisca post-mortem

FASANO - La Dia di Lecce ha confiscato un appartamento nel centro di Milano, del valore di 600mila euro, intestato a Oreana Sabatelli, figlia del contrabbandiere Giacomo Sabatelli, morto nel dicembre 2010. Giacomo Sabatelli in passato è stato condannato anche per furto e violazione della legge sulle sostanze stupefacenti e sottoposto alla sorveglianza speciale. La confisca è stata disposta dal tribunale di Brindisi che ha ritenuto che l'appartamento confiscato sia stato acquistato nel 1998 con i fondi di provenienza illecita.

FASANO - La Dia di Lecce ha confiscato un appartamento nel centro di Milano, del valore di 600mila euro, intestato a Oreana Sabatelli, figlia del contrabbandiere Giacomo Sabatelli, morto nel dicembre 2010. Giacomo Sabatelli in passato è stato condannato anche per furto e violazione della legge sulle sostanze stupefacenti e sottoposto alla sorveglianza speciale. La confisca è stata disposta dal tribunale di Brindisi che ha ritenuto che l'appartamento confiscato sia stato acquistato nel 1998 con i fondi di provenienza illecita.

Il sequestro, e poi la confisca dell'immobile sono avvenuti con la normativa antimafia aggiornata nel 2010, che consente allo Stato di procedere anche contro i patrimoni di soggetti dei quali sia cessata la pericolosità sociale, anche post mortem e con intestazioni dei beni agli eredi. Interessante vedere, in seguito, se il bene sarà ceduto alla prefettura e quindi alla municipalità di Milano, o messo a disposizione del Comune di Fasano, che tuttavia non potrebbe che alienarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrabbando, confisca post-mortem

BrindisiReport è in caricamento