menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli a tappeto del commissariato: denunce, sequestri e un furto sventato

Un furto sventato ai danni di un bar, il sequestro di un coltello e la denuncia di uno straniero che infastidiva i clienti di un bar sono fra i frutti raccolti dai poliziotti del commissariato di Ostuni al comando del commissario capo Gianni Albano nel corso di una serie di controlli effettuati fra giovedì scorso (3 dicembre) e il fine settimana

OSTUNI – Un furto sventato ai danni di un bar, il sequestro di un coltello e la denuncia di uno straniero che infastidiva i clienti di un bar sono fra i frutti raccolti dai poliziotti del commissariato di Ostuni al comando del commissario capo Gianni Albano nel corso di una serie di controlli effettuati fra giovedì scorso (3 dicembre) e il fine settimana. Complessivamente gli agenti, utilizzando anche il sistema Mercurio in dotazione ai mezzi delle Volanti, hanno controllato 294 veicoli, hanno accertato 5 violazioni al Codice della Strada, hanno sottoposto a sequestro amministrativo 2 veicoli, ritirato 2 carte di circolazione, identificato 69 soggetti, controllato 54 persone sottoposte a misure alternative alla detenzione carceraria e denunciato tre individui. 

Il furto al bar è stato sventato la notte fra giovedì e venerdì. Il locale si trova nella marina di Villanova. Un vigilantes impegnato in un giro di perlustrazione aveva sentito rumori provenire dall’interno, notando alcune presenze sospette nei dintorni. 

L’allarme dato dalla guardia giurata è stato subito raccolto dalla sala operativa della polizia, che ha inviato sul posto un equipaggio. Alla vista della pattuglia, i malviventi si sono dati alla fuga e approfittando dell’oscurità si sono dileguati attraverso le campagne limitrofe. Dal sopralluogo effettuato dai poliziotti è emerso che nulla era stato rubato, nonostante i ladri fossero quasi riusciti ad aprire del tutto la porta d’ingresso e con un ulteriore sforzo avrebbero fatto irruzione all’interno dell’immobile. 

La notte fra venerdì e sabato, gli agenti impegnati in un posto di controllo alle porte del centro abitato hanno fermato una vettura proveniente da una località marina. Nonostante il buio e l’asfalto viscido, il conducente procedeva a una velocità  sostenuta. Ed è stato proprio questo ad insospettire le forze dell’ordine. Sia il guidatore che l’unico passeggero sono stati sottoposti a una perquisizione personale dalla quale non è emerso nulla di anomalo. Grazie alla perquisizione veicolare, invece, i poliziotti hanno trovato un coltello a scatto del tipo vietato lungo circa 15 centimetri, con una lama lunga oltre 7 centimetri, nascosto nel cruscotto. La lama è stata sottoposta a sequestro penale. L’ostunese Z.A., 22 anni, è stato denunciato  per porto illegale di armi o oggetti atti ad offendere.

Successivamente i poliziotti hanno risposto alla richiesta di intervento degli avventori di un bar che venivano infastiditi da uno straniero. Giunti subito sul posto, gli uomini in divisa hanno cercato di identificare la persona in questione. Ma questa, il nigeriano O.D., di 27 anni, residente a Carovigno, inizialmente si è rifiutata di esibire i propri documenti identificativi. Allora i poliziotti lo hanno condotto in commissariato e lo hanno denunciato per non aver ottemperato "all’ordine di esibizione del passaporto o di altro documento d’identificazione e del permesso di soggiorno o di altro documento attestante la regolare presenza nel territorio dello Stato”. Si tratta di un reato punito con l’arresto fino ad un anno e con l’ammenda fino ad euro 2000.

L’ultima denuncia all’Autorità Giudiziaria invece è scaturita dal'l’attività di controllo del rispetto delle prescrizioni imposte dal giudice nei confronti di individui sottoposti a misure restrittive della libertà personale, alternative alla detenzione carceraria. Uno di questi, l’ostunese I.G., di 26 anni, è stato denunciato per aver violato l’obbligo di presentarsi tutte le domeniche in commissariato per la firma. 

I servizi di monitoraggio e controllo del territorio di competenza da parte degli operatori del Commissariato della Città Bianca proseguiranno senza sosta nei prossimi giorni a presidio e garanzia della sicurezza generale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento