rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Controlli al porto, salvati sette cuccioli

BRINDISI – Sette cuccioli di varie razze tra husky, setter inglese, bulldog e chihuahua, sono stati sequestrati questa mattina dai funzionari della dogana e dai finanzieri nel varco di Costa Morena. Viaggiavano, in pessime condizioni, su un'auto di proprietà di un cittadino bulgaro.

BRINDISI - Sette cuccioli di varie razze tra husky, setter inglese, bulldog e chihuahua, sono stati sequestrati questa mattina dai funzionari della dogana e dai finanzieri nel varco di Costa Morena. Viaggiavano, in pessime condizioni, su un'auto di proprietà di un cittadino bulgaro residente nel Leccese, imbarcato sulla nave Catania proveniente dalla Grecia. Del fatto è stato informato il pm di turno Pierpalo Montinaro che ha rilasciato il nulla osta per l'affidamento dei cuccioli.

Lo straniero è stato, invece, denunciato. I reati contestati sono diversi, maltrattamento di animali e introduzione di cuccioli sul territori italiano. La nuova normativa del 2010 non consente, infatti, l'introduzione nel territorio italiano di cuccioli di età inferiore alle 12 settimane. Alcuni di quelli trovati nella sua auto, un chihuahua, avevano solo pochi giorni. È stato accertato che i poveri animali sarebbero stati smerciati subito dopo il loro arrivo in terra salentina.

Erano rinchiusi in coppia in gabbie e cassette adatte per un solo animale, non avevano microchip e da un primo controllo medico, sul posto si sono recati due veterinari dell'Asl, sembravano denutriti. Indagini sono ora in corso per chiarire se all'origine di questa scoperta c'è un'organizzazione dedita al traffico illegale di animali. Il personale della dogana e i finanzieri di turno hanno provveduto a fornire ai cuccioli cure e cibo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli al porto, salvati sette cuccioli

BrindisiReport è in caricamento