rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

Recuperati sulla costa dalla polizia tre chili di marijuana albanese

La Sezione volanti fa sapere anche che i controlli presso le scuole di Brindisi dureranno sino a giugno

BRINDISI – Proseguiranno per tutto il periodo dell’anno scolastico i controlli antidroga, avviati ad ottobre, condotti dalla polizia nei pressi delle scuole del capoluogo. Lo fa sapere la Sezione violanti della questura, che in questi servizi sta impegnando anche il personale del nucleo “Nibbio” (gli agenti che operano a bordo di motociclette), in collaborazione con l’unità cinofila della Polizia di Frontiera specializzata nella ricerca di stupefacenti.

Proprio il cane antidroga dell’unità cinofila nell’ultimo, recente servizio condotto, ha individuato due involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana per un peso complessivo di 3 grammi, occultati in una aiuola adiacente l’ingresso di una delle scuole controllate.

Nei servizi svolti in occasione del ponte della festività di Ognissanti, è stato contestato l’uso non terapeutico di sostanza stupefacente a un giovane venticinquenne, trovato in possesso nel corso dei controlli su strada di stupefacente, mentre guidava un’autovettura.

Sempre il personale in servizio alle volanti, nel corso dell’appena trascorso periodo festivo, recuperava sulla costa  brindisina un involucro contenente circa 3 chili di marijuana prodotta in Albania, parte certamente di un carico in trasferimento verso committenti con basi nella nostra zona.

L’attività di prevenzione e repressione dei reati, con particolare attenzione a quelli contro il patrimonio, svolti dalle volanti della Questura di Brindisi, infine, si è concretizzata anche nel rinvenimento di due auto: una Jeep Renegade, il cui proprietario aveva denunciato il furto due giorni orsono, e una Fiat Grande Punto ritrovata proprio mentre il proprietario stava formalizzando la denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperati sulla costa dalla polizia tre chili di marijuana albanese

BrindisiReport è in caricamento