Controlli della Finanza, scoperto falso dentista: due denunce. Sequestrato lo studio

L’indagine, coordinata dalla Procura di Brindisi, è stata condotta dai militari della tenenza della Guardia di finanza di San Pietro Vernotico

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Sequestrato preventivamente uno studio odontoiatrico e denunciato un “falso” dentista e il direttore tecnico dello studio a San Pancrazio Salentino. L’indagine, coordinata dalla Procura di Brindisi, è stata condotta dai militari della tenenza della Guardia di finanza di San Pietro Vernotico, agli ordini del luogotenente Alfredo Proto ed ha riguardato, appunto, un ambulatorio utilizzato da un odontotecnico con lo scopo di esercitare in maniera “abusiva” la professione di medico odontoiatra.

alfredo proto-2In particolare i finanzieri, a seguito di una denuncia sporta da una paziente, hanno scoperto che il sedicente dentista, privo delle abilitazioni accademiche per lo svolgimento della specifica professione, praticava cure odontoiatriche, dietro la “copertura” di un medico che rivestiva, anche, il ruolo di direttore tecnico e sanitario del predetto ambulatorio.

Il “falso” dentista ed il medico, in concorso tra loro, sono stati denunciati per ”abusivo esercizio di una professione” (ai sensi dell’art. 348 del codice penale) e, conseguentemente è stato sequestrato l’ambulatorio odontoiatrico unitamente alla relativa attrezzatura medica. L’attività di servizio testimonia il costante presidio esercitato dalla Guardia di Finanza sul territorio a contrasto dei fenomeni abusivi che arrecano danni sia alle persone che all’economia legale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina: banditi tra la gente nella galleria Le Colonne

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Dimostrazione gratuita di rianimazione cardiopolmonare con Albano Carrisi

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento