menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli della polizia: trovata auto rubata, due denunce per ricettazione

Le ricerche avviate dopo la rapina ai danni di un venditore ambulante di pelletteria ha permesso di trovare anche un veicolo rubato a febbraio scorso nel Leccese e un'auto anch'essa presumibilmente oggetto di furto perché ha il numero matricolare del blocco motore abraso

BRINDISI – Le ricerche avviate dopo la rapina ai danni di un venditore ambulante di pelletteria, perpetrata nella mattinata di giovedì 16 marzo a Brindisi, ha permesso di trovare anche un veicolo rubato a febbraio scorso nel Leccese e un’auto anch’essa presumibilmente oggetto di furto perché ha il numero matricolare del blocco motore abraso. Due persone sono state denunciate per ricettazione, si tratta dei brindisini A.L. di 38 anni e L.R. di 19 anni.

Subito dopo la rapina gli agenti della Squadra mobile (diretta dal vicequestore Antonio Sfameni) e i colleghi della Sezione volanti (diretta dal vicequestore Alberto D’Alessandro) hanno letteralmente setacciato la zona interessata dalla fuga dei banditi. Precisamente le campagne che costeggiano la strada Comunale 66 e in quella per Paticchi dove poi è stata trovata, da parte dei carabinieri, anche la refurtiva della rapina.

Foto 2 Bravo (FILEminimizer)-2

Il bilancio finale delle ricerche della polizia, invece, ha permesso di fare luce su altri aspetti e risolvere in parte altri delitti: è stata trovata, infatti, una Daihatsu Feroza rubata in Provincia di Lecce nel febbraio scorso, era nascosta in un canneto. “Veicoli del genere, una volta rubati, trovano spesso impiego in altri e più gravi fatti-reato, attesa la robustezza del telaio e la potenza delle ruote motrici”, si legge in una nota della Questura.

Poi è stata trovata anche una Bravo con due individui a bordo, risultata con il numero matricolare del blocco-motore abraso. Con un più accurato controllo da parte degli specialisti della locale Polizia Stradale, è stato accertato che i codici alfanumerici del motore risultavano limati. Il veicolo quindi è stato sequestrato ai fini dello svolgimento di ulteriori accertamenti e riscontri in merito alla regolare (o meno) immatricolazione dell’auto.

Foto 1 Feroza (FILEminimizer)-2

“Negli ultimi mesi numerosi sono stati i nascondigli di auto rubate individuati dagli investigatori della Polizia di Stato ed ove erano riposti mezzi in attesa di essere smontati e/o ricondizionati per una loro nuova alienazione a terzi interessati. Oltre alle auto, come si rammenterà, nelle precedenti occasioni, dagli investigatori della Squadra Mobile venivano anche trovate chiavi adulterine, centraline elettroniche, motori e pezzi di auto rubate”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento