Cronaca

Porto, controlli su latitanti e auto rubate: un arresto e cinque denunciati

Una cittadina bulgara è stata arrestata oggi nel porto di Brindisi da personale della Polizia di Frontiera nel corso dei controlli all'imbarco sulla nave traghetto "Euroferry Olimpia", della compagnia Grimaldi, diretta in Grecia

BRINDISI – Una cittadina bulgara è stata arrestata oggi nel porto di Brindisi da personale della Polizia di Frontiera nel corso dei controlli all’imbarco sulla nave traghetto “Euroferry Olimpia”, della compagnia Grimaldi, diretta in Grecia, nei porti di Igoumenitsa e Patrasso. Krasimira Cankova, 40 anni, era colpita da un provvedimento di custodia cautelare in carcere spiccato dal gip del Tribunale di Torre Annunziata per violazione degli obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria, perché indagata per reati contro il patrimonio (furti in abitazione).

Ma sono diversi gli interventi effettuati dalla Polizia di Frontiera nel corso della vigilanza transfrontaliera Infatti, nella giornata del 26 febbraio venivano denunciati tre cittadini rumeni: V.M di 23 anni, D.T. di 47 e M.T di 21 anni, per il reato di ricettazione in concorso. I tre, al momento dell’imbarco sulla nave Euroferry Olimpia, diretta in Grecia, venivano trovati in possesso di materiale antinfortunistico risultato rubato presso i magazzini di una società con sede a Modugno. Il materiale rinvenuto, veniva sequestrato, per essere successivamente essere restituito al legittimo proprietario.

Il 13 febbraio, durante gli imbarchi sulla Euroferry Egnazia, diretta in Grecia, i poliziotti controllavano una bisarca che trasportava diverse autovetture usate, delle quali da anni è in corso un attivo traffico con i paesi balcanici, alimentato dagli acquisti legali di vetture che in Italia vengono cedute in permuta o altrimenti destinate alla rottamazione. Ma in questo caso a bordo della bisarca la polizia ha individuato due costose Range Rover Evoque, un modello molto recente, che il conducente della bisarca, il cittadino bulgaro, B.N.N. di 41 anni, tentava di portare all’estero illecitamente e, pertanto, veniva denunciato per il reato di ricettazione. Il 24 febbraio veniva invece controllata una Bmw X6M con targa di San Marino, condotta dal cittadino albanese A.G. di 43 anni, che risultava rubata giorni prima a Pesaro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, controlli su latitanti e auto rubate: un arresto e cinque denunciati

BrindisiReport è in caricamento