menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz in un lido: sequestrati idromassaggio, cucina e parcheggio

Si sono concluse le operazioni di sequestro di opere abusive in un noto lido in concessione a Specchiolla, sulla costa di Carovigno, avviate nel corso di un controllo effettuato martedì 5 settembre

SPECCHIOLLA (Carovigno) – Si sono concluse le operazioni di sequestro di opere abusive in un noto lido in concessione a Specchiolla, sulla costa di Carovigno, avviate nel corso di un controllo effettuato martedì 5 settembre da Guardia Costiera e Carabinieri. Ad effettuare il sopralluogo sono stati, più precisamente, i militari del Nucleo di polizia giudiziaria della Capitaneria di Porto di Brindisi e i militari della stazione Carabinieri di Carovigno.

Sequestri a Lido Bianco, Specchiolla (5)-2

Secondo quanto fa sapere la stessa Capitaneria di Porto, il titolare dello stabilimento balneare, denominato Lido Bianco, e il gestore avevano installato opere abusive prive delle prescritte autorizzazioni su suolo del demanio marittimo in concessione, occupandone una parte senza autorizzazione e violando norme ambientali. In particolare, è risultata occupata un’area demaniale marittima di circa 350 metri quadrati  per ricavarne un parcheggio al servizio dello stabilimento balneare, delimitato con paletti e catena.

Sequestri a Lido Bianco, Specchiolla (3)-2

All’interno della stessa area demaniale marittima retrostante la concessione, era stata realizzata anche un’ aiuola rettangolare in legno di 30 metri quadrati, mentre all’interno della stessa concessione era stata  una creata un’altra struttura della stessa superficie composta da intelaiatura in ferro, pedane in legno e copertura in cannucciato, per installarvi una cucina.

Sequestri a Lido Bianco, Specchiolla (7)-2Ai due responsabili identificati dagli operatori  è stata contestata anche la realizzazione, sempre all’interno dell’area in concessione e senza autorizzazione, di  una struttura rettangolare sopraelevata di  36 metri quadrati, composta da opere in legno con al centro una vasca idromassaggio.

“Per tali abusi, i responsabili sono stati deferiti all’autorità giudiziaria – spiega la nota della capitaneria di Brindisi - in violazioni agli articoli 142, 146 e 181 del decreto legislativo 42/2004, e agli articoli 54 e 1161 del Codice della Navigazione, e 24 del Regolamento di Attuazione del Codice di Navigazione”, mentre tutte le opere prive di autorizzazione sono state sequestrate. Non solo, era priva di autorizzazione anche l’attività di ristorazione, alla cui chiusura ha provveduto personale dell’apposito servizio della Asl di Brindisi, chiamato sul posto dalla polizia giudiziaria.

Sequestri a Lido Bianco, Specchiolla (2)-2Le irregolarità in materia ambientale riscontrate sono relative invece allo scarico di acque reflue provenienti dai servizi della struttura balneare, non autorizzati ai sensi dell’articolo 124 del decreto legislativo 152/2006 (Testo Unico sull’Ambiente) che prevede una sanzione massima di 60mila euro. Inoltre veniva elevata una sanzione si sensi dell’Ordinanza Balneare della Regione Puglia, per aver asportato la posidonia oceanica dalla spiaggia in concessione stoccandola in un’area demaniale adiacente.

Sequestri a Lido Bianco, Specchiolla (4)-2“Anche questa volta, gli abusi non sono passati inosservati grazie anche alla preziosa e sinergica collaborazione dei militari del Nucleo di polizia giudiziaria della Capitaneria di Porto di Brindisi, dei militari della Stazione di Carovigno e del Servizio Igiene e Sanità dell’Asl di Brindisi”, è il commento del comando della capitaneria di Porto.

“Tali attività – viene sottolineato - sono tese a ristabilire un regime di equità a favore degli operatori del settore turistico che lavorano nel rispetto delle regole. Per qualsiasi segnalazione si ricorda che sono attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 il numero di centralino della Sala Operativa 0831521022 e la casella di posta elettronica so.cpbrindisi@mit.gov.it mentre, per le sole emergenze in mare, il numero blu 1530”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento