Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Parcheggio selvaggio sul lungomare: il commento del capo della Municipale

Riceviamo e pubblichiamo un commento del comandante della polizia municipale, colonnello Teodoro Nigro, in merito all'articolo sul parcheggio selvaggio che ha interessato l'area del lungomare Regina Margherita

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo un commento del comandante della polizia municipale, nonché dirigente ad interim dell’ufficio Traffico e Trasporti del comune di Brindisi, colonnello Teodoro Nigro, in merito all’articolo sul parcheggio selvaggio che ha interessato l’area del lungomare Regina Margherita, pubblicato da BrindisiReport.it lunedì 2 maggio:

“Leggo con la necessaria attenzione quanto evidenziato essere occorso su piazzale Lenio Flacco nella serata di sabato, sottolineando come a più riprese, negli ultimi mesi, questo Comando, unitamente all’ufficio Traffico, ha formalmente comunicato sia agli uffici comunali competenti che al Rup (Responsabile unico del procedimento per la realizzazione dei lavori pubblici, ndr) la grande e persistente preoccupazione che, una volta consentito il transito sul predetto piazzale, spostando le transenne di delimitazione, avremmo registrato i soliti e diffusi comportamenti di inciviltà da parte di alcune decine di automobilisti.Il comandante Teodoro Nigro 

D’altro canto l’area è, ad oggi, cantierizzata e perciò dovrebbe essere ancora del tutto transennata e non fruibile collettivamente da chicchessia. Ovviamente i problemi permarranno se, al termine della riqualificazione, la fruizione quotidiana non dovesse essere destinata esclusivamente ai pedoni, soluzione che ritengo essere la più ovvia.

Eppure, secondo il progetto, sul sopracitato tratto, una volta terminato il restyling, sarà consentito il transito delle auto e quindi vedrà una commistione con i pedoni stessi. Se pensiamo che in un anno il dissuasore di piazza Mercato, nel centro storico brindisino, è stato vandalizzato numerose volte e che alcuni bontemponi hanno vandalizzato ben sei paletti in ferro presenti all’inizio del varco di viale Regina Margherita, zona a traffico limitato, al fine di eludere la lettura ottica delle targhe dei veicoli in transito, facile sarà comprendere la grande, attuale e qualificata preoccupazione che il comando di polizia municipale ha per gli aspetti connaturati alla materiale gestione dell’area del piazzale Lenio Flacco che, è il caso di ricordare, si pone tra due ben delimitate zone a traffico limitato con controllo elettronico dei varchi e che, ad oggi, non prevede alcuna automazione né occhi elettronici.

L’augurio è che, ove si decidesse nelle prossime settimane, da parte degli uffici competenti, di immettere il piazzale ristrutturato nel patrimonio comunale, si pongano in modo urgente e necessario, una serie di accorgimenti tecnici che lo preservino anche fisicamente da azioni vandaliche da parte dei conducenti di veicoli; né è ipotizzabile che agenti della polizia municipale, completata eventualmente la segnaletica, possano occuparsi esclusivamente di un’area ad altissima frequenza pedonale, con picchi di presenze di centinaia e centinaia di persone specie nei fine settimana, soprattutto negli orari in cui il servizio di polizia municipale è sospeso.

Questo è un classico caso dove il controllo ispettivo ed operativo degli agenti in pattuglia (che ovviamente interverranno per i motivi istituzionali di pronto intervento e di soccorso), debba cedere il posto a soluzioni di controllo informatizzato ed a controllo remoto, contestualizzando le verbalizzazioni nel caso di violazioni alle norme del codice stradale . Solo ed esclusivamente tali tecnologie assicureranno ordine e disciplina in aree a vocazione pedonale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggio selvaggio sul lungomare: il commento del capo della Municipale

BrindisiReport è in caricamento