Controlli nei negozi, 4 denunce

BRINDISI – Weekend intenso di lavoro per i militari della Guardia di Finanza di Brindisi. Scoperti 9 lavoratori in nero, rilevate diverse infrazioni per mancato rilascio di scontrini fiscali e ricevute e individuate 13 attività commerciali, in tutta la provincia, che non pagavano il canone Rai per uso pubblico. Quattro, alla fine, i responsabili di negozi denunciati all’autorità giudiziaria.

Sequestro merce contraffatta

BRINDISI Weekend intenso di lavoro per i militari della Guardia di Finanza di Brindisi. Scoperti 9 lavoratori in nero, rilevate diverse infrazioni per mancato rilascio di scontrini fiscali e ricevute e individuate 13 attività commerciali, in tutta la provincia, che non pagavano il canone Rai per uso pubblico. Quattro, alla fine, i responsabili di negozi denunciati all’autorità giudiziaria.

Dalle pizzerie ai negozi d’abbigliamento, per poi passare ai bar e al commercio al dettaglio, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Brindisi non hanno fatto “sconti” nello scorso weekend. Una serie di controlli su tutto il territorio provinciale, al fine di perseguire i fenomeni evasivi più rilevanti e contrastare l’economia sommersa, la pirateria audiovisiva e contraffazione (due  dei settori più colpiti nel 2011 dai baschi verdi di Puglia) e gli obblighi di pagamento del canone Rai ad uso commerciale. Durante i controlli i militari delle Fiamme Gialle hanno individuato nove lavoratori in “nero” e verbalizzato 14 titolari di esercizi commerciali per mancata emissione di scontrini e ricevute fiscali.

Inoltre, durante successivi controlli operativi sono stati segnalati, ai fini amministrativi, 13 persone per mancato pagamento del Canone Rai per uso pubblico e in un negozio di abbigliamento hanno sequestrato ben 500 tra capi e accessori di marchi di note griffes tutti contraffatti. In un altro negozio per bambini, sono stati sequestrati 370 giocattoli, tutti sprovvisti del marchio “Ce”  e in un altro ancora, mille articoli di bigiotteria, cosmetici e accessori per telefoni privi di etichettatura prevista dalla normativa vigente così come i 5 apparecchi da divertimento ed intrattenimento in un’altra attività commerciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, sono stati sequestrati 200 tra cd e dvd sprovvisti del marchio Siae. Dopo tutti i controlli fatti nella provincia di Brindisi, i militari della guardia di Finanza, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria quattro responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Assembramenti e spiagge libere: come si stanno organizzando i Comuni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento