menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli nella movida: gravi irregolarità in due locali e sequestro di droga

In azione la Divisione amministrativa della questura, la Squadra mobile, il commissariato di Ostuni e le unità cinofile

Prosegue senza sosta l’attività della “Task Force” istituita sotto il coordinamento della Divisione amministrativa della questura di Brindisi.
Nello scorso fine settimana, infatti, la Polizia di Stato ha svolto specifici servizi di verifica e controllo lungo il litorale della costa ostunese, dove, in special modo in questo periodo di agosto, gran parte dei locali di pubblico intrattenimento registrano numerose presenze.

Allo scopo di garantire la sicurezza delle migliaia di fruitori delle strutture in argomento, la Questura ha impiegato sul campo, ad affiancare personale delle Divisione amministrativa, anche pattuglie del commissariato di Ostuni, della squadra Mobile ed unità cinofile in forza alla Polizia di Frontiera. All’azione di controllo collaborato attivamente anche la polizia municipale della “città bianca”.

Nel corso di tali attività sono state riscontrate gravi violazioni amministrative presso due locali in cui erano in corso degli eventi. I titolari delle attività, in particolare, erano sprovviste delle specifiche autorizzazioni per il pubblico spettacolo. Inoltre sono stati utilizzati di palchi privi del necessario collaudo per l’agibilità, chioschi e bar non censiti e totalmente abusivi. 

Tutte violazioni che si sono tradotte in pesanti sanzioni amministrative, oltre che in sequestri anche di natura penale, per i quali i relativi gestori sono stati oggetto di denuncia e sul cui merito saranno inoltrate informative alla Procura della Repubblica del tribunale di Brindisi.
Ma l’azione dei poliziotti ha anche consentito il rinvenimento di una dozzina di dosi confezionate di hashish, alcune decine di grammi di grammi di marijuana, e la denuncia di un giovane avventore.

I servizi di prevenzione e controllo proseguiranno anche e, soprattutto, nei prossimi giorni ed è preciso impegno della questura quello di estendere le verifiche amministrative all’intero comparto delle strutture ricreative sedenti sull’intero territorio provinciale, affinché abusi e violazioni sia perseguite, in particolare per la salvaguardia e sicurezza dei tantissimi avventori di questa lunga estate brindisina.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento