Cronaca

Controlli nelle aziende: nove denunce, scoperti otto lavoratori in nero

Diciannove aziende del territorio sono state ispezionate nell'ultima decade di novembre dai carabinieri del Nil di Brindisi

Nove persone sono state denunciate a piede libero a seguito dei controlli sulla sicurezza nei luoghi di lavoro espletati nell’ultima decade del mese di novembre dai carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Brindisi, in sinergia con l’ispettorato territoriale del lavoro di Brindisi. 
Complessivamente, nell’ambito del settore edile ed agricolo, i militari hanno proceduto al controllo di 19 aziende operanti nel territorio della provincia e hanno effettuato degli accertamenti sulla posizione di 117 lavoratori, dei quali 25 risultati irregolari e 8 in "nero".

I nove denunciati ricoprono i ruoli di titolari – legali rappresentanti di attività imprenditoriali nonché committenti dei lavori, responsabili a vario titolo, delle violazioni di cui al D. Lgs. 81/2008 "Testo Unico sicurezza nei luoghi di lavoro" (disposizioni per il contrasto del lavoro irregolare e per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori- sospensione attività imprenditoriale)”.

Nello specifico le violazioni rilevate contemplate nel D.L.vo 81/2008 hanno riguardato: la designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione; la consegna dei dispositivi di protezione individuale che ciascun lavoratore deve avere; la sorveglianza sanitaria; il Pos (piano operativo di sicurezza) nell’ambito del cantiere; la valutazione dei rischi; l’informazione e formazione dei lavoratori.

E poi la designazione dell’addetto alle emergenze; i cantieri temporanei e mobili, - la verifica dell’idoneità tecnico professionale delle imprese; i ponti su cavalletti e la difesa delle aperture; bla nomina del coordinatore per la sicurezza; bla redazione del Pimus, importante documento obbligatorio che riguarda il piano di montaggio uso e smontaggio ogni volta che vengono utilizzati ponteggi.

All’esito delle attività, sono state inflitte sanzioni amministrative per un importo totale di 29.600 euro, sono state contestate ammende per un totale di 66.900 euro, sono stati recuperati contributi omessi per un importo totale ammontante a 1.570.000 euro, è stata sospesa una attività imprenditoriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli nelle aziende: nove denunce, scoperti otto lavoratori in nero

BrindisiReport è in caricamento