Cronaca Mesagne

Controlli in sale giochi e campagne: due arresti e ritrovamento di veicolo rubato

Un arresto per spaccio, uno per violazione dell'obbligo di soggiorno e il ritrovamento di un pick-up rubato. È questo il bilancio di una serie di controlli eseguiti dai poliziotti del commissariato di polizia di Mesagne, diretto dal vice questore Rosalba Cotardo, nell'ambito di un'attività di prevenzione e di repressione dei reati in genere

MESAGNE – Un arresto per spaccio, uno per violazione dell’obbligo di soggiorno e il ritrovamento di un pick-up rubato. È questo il bilancio di una serie di controlli eseguiti dai poliziotti del commissariato di polizia di Mesagne, diretto dal vice questore Rosalba Cotardo, nell’ambito di un’attività di prevenzione e di repressione dei reati in genere, attivata anche al fine di contrastare il diffuso fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti che, secondo i risultati degli interventi delle forze dell’ordine in materia di traffico di droga, sempre più dilaga tra i giovanissimi.

I controlli si sono concentrati soprattutto nei luoghi abitualmente frequentati proprio dai giovani. Tra questi le sale giochi. Nel pomeriggio di ieri, sabato 11 aprile durante un giro di pattugliamento davanti a uno di questi locali i poliziotti hanno notato all’esterno della sala giochi alcuni soggetti noti proprio NICOLARDI Fabio bis2-2perché già coinvolti in attività di spaccio. Su due di essi si è proceduto con un controllo più approfondito. Uno, poi accertato che si trattava di Fabio Nicolardi 22enne del posto, alla vista dei poliziotti ha lasciato per strada un involucro di cellophane trasparente contenente presumibilmente marijuana suddivisa in 5 dosi. Nicolardi, poi, perquisito, nel giubbotto aveva anche la somma complessiva di 110 euro in banconote suddivise in pezzi da 20, 10 e 5,  verosimilmente si trattava del corrispettivo ottenuto dalla vendita di altra sostanza stupefacente. Si è proceduto con la conseguente perquisizione domiciliare presso le abitazioni dei fermati, entrambe hanno avuto esito negativo. La sostanza recuperata per strada, del peso complessivo di 7grammi, dagli accertamenti effettuati è risultato essere Cannabis indica. Nicolardi è stato arrestato per spaccio e posto ai domiciliari.

Risale a giovedì 9 aprile, invece, l’arresto per violazione dell’obbligo di soggiorno. I poliziotti durante un giro di pattugliamento delle campagne dove si verificano spesso furti di attrezzi agricoli o danneggiamenti di case rurali o alberi di ulivo, precisamente in contrada Torre Mozza, ha sorpreso che si aggiravano in quei luoghi con atteggiamenti ritenuti sospetti. Anche in questo casi si è proceduto con un controllo. Due erano incensurati, mentre uno era sottoposto al provvedimento della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza (Torre Santa Susanna) e gravato anche dal provvedimento del Questore di divieto di ritorno per anni tre nel Comune di Mesagne. Si tratta di Manuel Camarda 29 anni di Torre. Per lui l’arresto e il trasferimento in carcere.

Infine, la domenica di Pasqua, durante un giro di perlustrazione nelle campagne, la volante ha trovato in un avvallamento della strada provinciale Mesagne – San Vito, completamente occultato nella vegetazione, un Nissan Pick up Navara risultato essere stato asportato a Fasano il 7 gennaio 2015. Lo stesso, dopo i rilievi, veniva recuperato e restituito al legittimo proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli in sale giochi e campagne: due arresti e ritrovamento di veicolo rubato

BrindisiReport è in caricamento