menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli pasquali: sequestri di schiuma di mare e altri prodotti ittici

Decine di chili di “novellame di sardina”, volgarmente nota come “schiuma di mare”, sono stati sequestrati dagli uomini della Capitaneria di porto di Brindisi al comando del capitano di vascello Salvatore Minervino

BRINDISI – Decine di chili di “novellame di sardina”, volgarmente nota come “schiuma di mare”, sono stati sequestrati dagli uomini della Capitaneria di porto di Brindisi al comando del capitano di vascello Salvatore Minervino, nel corso di controlli sulla vendita abusiva di prodotti ittici effettuati in occasione delle festività pasquali, quando aumenta a dismisura il consumo di pesce. L’attività, coordinata a livello regionale dalla Direzione marittima della guardia costiera di Bari, ha coinvolto i militari della Sezione di Polizia Marittima e dell’ Ufficio locale marittimo di Savelletri, con la preziosa collaborazione dei servizi veterinari delle Aziende sanitarie provinciali “Siav B” diretti dal Dottore Adriano Rotunno, impegnati a setacciare tutto il territorio provinciale. 

In particolare sono state verificate le condizioni igienico sanitarie  di pescherie, grossisti, mercati ittici, venditori ambulanti, catena IMG_0809-2della grande distribuzione, supermercati e ristoranti. Ulteriori controlli hanno riguardato la tutela delle specie ittiche pescate, per verificarne, in particolare, le dimensioni e le specie d’appartenenza allo scopo di prevenire le frodi in commercio. 

L’attività condotta dai militari ha permesso di constatare quanto sia particolarmente diffusa, in questo periodo dell’anno, la vendita e la somministrazione del cosiddetto “bianchetto” comunemente definito “schiuma di mare”, considerata una prelibatezza secondo alcuni, ma che in realtà si traduce in un grave danno all’ecosistema marino trattandosi di pesce allo stato giovanile. 

Gli ispettori nel corso di verifiche sul territorio hanno sottoposto a sequestro ingenti quantitativi di tale prodotto ittico denunciando all’autorità giudiziaria il titolare di una pescheria di Brindisi. Medesima attività è stata eseguita nelle vie cittadine del capoluogo, dove è stata individuata una improvvisata postazione abusiva di vendita di ittici, fra cui circa 20 chilogrammi di “schiuma di mare”.  Tutto il prodotto, oltre a una bilancia di tipo elettronico, sono stati sequestrati. 

IMG_0814-2Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati e distrutti 11 chili di tunicati della specie “microcosmuss app” comunemente detti Limoni di mare, conosciuti anche come “taratuffi”, organismo marino la cui raccolta, commercializzazione e consumo sono vietati per motivi sanitari dall’ordinanza del presidente della giunta regionale n. 930 del 30 dicembre 2004, visto la presenza di positività per biotossine algali Psp.. 
Questi prodotti, sono frutti di mare che fungono da filtri all’interno dell’ecosistema marino detenendo le impurità e, quindi se ingeriti, possono provocare gravi intossicazioni alimentari. Per tale è stato denunciato il comandante di un motopeschereccio.

Gli esiti dei controlli sono stati comunicati ai pm della procura di Brindisi Antonio Costantini e Valeria Farina Valaori.  La Capitaneria ha controllato le pescherie, i ristoranti e le zone mercatali  di tutta la provincia. In alcuni di  locali il personale del nucleo di polizia giudiziaria della guardia costiera di Brindisi ha inflitto sanzioni amministrative per un totale di 9mila euro, per la violazione dei regolamenti CE 852/2004 e 853/2004, per mancato rispetto dei requisiti generali in materia di igiene ed omessa informazione al consumatore finale dei prodotti ittici in vendita.

La Capitaneria di Porto  invita la collettività a prestare la massima attenzione nell'acquisto dei prodotti ittici, privilegiando quelli che rispettano le procedure di garanzia e salubrità alimentare, evitando di comprare quelli venduti illecitamente e senza garanzie per strada da ambulanti privi di qualsivoglia autorizzazione. Le attività di controllo alla filiera della pesca, continueranno incessantemente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento