rotate-mobile
Cronaca

Controllo caldaie: l'ispezione di Energeko costerà 110 euro

A rischio chi non farà controllare l'impianto dalla ditta di fiducia e non invierà il rapporto alla società del Comune

BRINDISI – Chi non sottopone i propri impianti termici al periodico controllo di manutenzione con la ditta di fiducia, e non ne invia la certificazione ad Energeko, sarà soggetto a ispezione obbligatoria della propria caldaia domestica da parte dei tecnici della società in house del Comune, con un esborso di 110 euro. Tanto si deduce da una nota diramata dal Comune di Brindisi a proposito dei periodi, obbligatori controlli sugli impianti termici in città.

“Pervengono richieste di chiarimenti da parte di cittadini che, essendo proprietari di abitazioni munite di impianti termici di tipo domestico alimentati a gas di città con potenze inferiori a 35 Kw, intendono conoscere la temporale delle ispezioni di verifica effettuate da questa Amministrazione”, fa sapere il comunicato. “Le ispezioni in questione sono obbligatorie in quanto previste dall’articolo 9 del Dpr 74/2013, e sono effettuate per conto dell’Amministrazione dalla società in house Energeko G.I. Srl”.

“Si chiarisce che, nelle more della adozione di uno specifico regolamento regionale che uniformi le procedure sul territorio pugliese, per quanto attiene la Città di Brindisi vigono le disposizioni di cui al citato articolo come integrate dalla Disposizione Sindacale numero 12 del 17 giugno2015”.

“In particolare, per gli impianti termici che non risultano in regola con la trasmissione alla Energeko G.I. Srl del rapporto di controllo dell’efficienza energetica rilasciato dal proprio manutentore, sarà la stessa Energeko ad effettuare le ispezioni degli impianti termici (nel caso dei tradizionali impianti termici domestici alimentati dal gas di città tale ispezione è attualmente prevista ogni 4 anni) verificando il permanere dei requisiti di sicurezza previsti dalle normative vigenti, ed in particolare saranno effettuate le analisi dei gas di scarico delle caldaie”.

“Si precisa infine che le verifiche ispettive effettuate per conto del Comune di Brindisi dalla società in house Energeko G.I. Srl non sostituiscono le ordinarie attività manutentive imposte dalle case costruttrici delle caldaie, ed i costi di tali verifiche ispettive saranno addebitati al titolare dell’impianto il quale sarà assoggettato al pagamento di una somma pari a 110,00 euro”..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controllo caldaie: l'ispezione di Energeko costerà 110 euro

BrindisiReport è in caricamento