menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venti progetti selezionati per il contest "Architetture di Puglia"

Sabato a Mesagne il convegno regionale sulle innovazioni negli interventi sugli ambienti urbani

MESAGNE - L’ordine degli Architetti della Provincia di Brindisi è pronto all’appuntamento di sabato 28 luglio, la mostra- convegno “Architetture di Puglia #Exhibition 2018” che si terrà, dalle 16 alle 21, nel Castello Normanno Svevo di Mesagne a conclusione del percorso avviato con la “Call for Projects 2018” dedicata ai professionisti pugliesi. In 40 hanno risposto “presente”, in 20 sono stati selezionati, ma sabato ci sarà posto per tutti i partecipanti che avranno modo di esporre ed illustrare i lavori prodotti per raccontare l’architettura di qualità in Puglia.           

Al convegno, dopo i saluti istituzionali, interverranno Serena Liliana Chiarelli, presidente dell’Ordine degli Architetti di Brindisi, Massimo Prontera, presidente della Federazione degli Architetti di Puglia, Massimo Crusi, tesoriere del Consiglio Nazionale degli Architetti, Anna Maria Curcuruto, già assessore regionale alla Pianificazione Territoriale e Urbanistica e Luigi Prestinenza Puglisi, noto saggista, critico e storico dell’architettura. 

“Quello che colpisce è soprattutto un’ attenzione che c’è da parte di molti progettisti al contesto, cioè saper lavorare con i materiali locali, saper entrare in sintonia con l’ambiente senza essere, allo stesso tempo, mimetici o banali - ha dichiarato Luigi Prestinenza Puglisi alla vigilia del convegno- perché spesso il prezzo che si paga ad un rapporto con l’ambiente è quello di nascondersi, quello di ricorrere a forme ormai inflazionate della tradizione e quindi a scapito dell’innovazione”.

“Mi sembra, invece, che molti di questi progetti riescano ad essere contemporanei, innovativi intelligenti e, nello stesso tempo, attenti al contesto nel quale si collocano, con un occhio all’ecologia, alla qualità dei materiali, alla qualità della vita. Mi sembra che ci sia un panorama positivo. Togliamo agli architetti la brutta nomea di essere cementificatori - ha concluso il noto  critico- e mettiamogliene un’altra che è quella di essere miglioratori dell’ambiente urbano” 

L’iniziativa, supportata dalla Prefettura di Brindisi, è patrocinata dal Comune di Mesagne, dalla Provincia di Brindisi e dalla Regione Puglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento