rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Riconversione strutture sanitarie, l'Aress affiancherà la Asl

La giunta regionale ha autorizzato la stipula di una convenzione

La giunta Emiliano ha autorizzato, con delibera approvata nella seduta odierna, l'Agenzia Strategica Regionale per la Salute e il Sociale (Aress) a supportare la Asl di Brindisi nella verifica dello stato di attuazione dei progetti per la rete socio-sanitaria della provincia, e l0accelerazione dei progetti di riconversione delle strutture ospedaliere declassate con particolare riferimento a quelli a valere sulle risorse del Por Puglia 2014/2020.. Ciò avverrà attraverso una apposita convenzione, che prevede come eventuali spese per servizi esterni siano a carico della stessa Asl brindisina. La convenzione disciplinerà anche le attività di assistenza tecnico-specialistica di Aress a favore della Azienda sanitaria locale di Brindisi.

La convenzione, della durata di 12 mesi eventualmente prorogabili. Con la sottoscrizione della convenzione l’Aress Puglia si impegna dunque a fornire alla ASL di Brindisi, senza oneri aggiuntivi a carico dell’amministrazione regionale, l’attività di assistenza tecnico-specialistica provvedendo, se necessario, a dotarsi di idonei servizi esterni. I costi degli eventuali servizi esterni, da rendicontarsi nell’alveo della convezione a cura dell’Aress, sono a carico della ASL di Brindisi che vi provvederà con le risorse del proprio bilancio aziendale e, ove ammissibile, con le risorse del Por Puglia Azione 9.12 destinate agli interventi ammessi a finanziamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riconversione strutture sanitarie, l'Aress affiancherà la Asl

BrindisiReport è in caricamento