Cronaca Cellino San Marco

Corriere della cocaina brindisino preso a Bolzano con 2,5 chili di droga nell'auto

Una trappola tesa dagli investigatori di Lecce, Brindisi e Bolzano, scattata due giorni fa sull'arteria stradale che collega Bolzano a Merano. Nel bagaglio, il 42enne Salvatore Arseni di Cellino San Marco aveva due chili e mezzo di cocaina. Secondo le prime notizie, Arseni rientrava dal Belgio

Una trappola tesa dagli investigatori di Lecce, Brindisi e Bolzano, scattata due giorni fa sull’arteria stradale che collega Bolzano a Merano. Nel bagaglio, il 42enne Salvatore Arseni di Cellino San Marco aveva due chili e mezzo di cocaina. Secondo le prime notizie, Arseni rientrava dal Belgio. Si tratta di una operazione concertata tra la Guardaid di Finanza di Brindisi e Lecce (dove ha sede un Goa, gruppo operativo antidroga), mentre le fiamme gialle di Bolzano hanno fornito solo appoggio territoriale.

Il cellinese è stato arrestato per  per traffico internazionale di stupefacenti, e rinchiuso nel carcere di Bolzano. Salvatore Arseni era stato seguito dagli investigatori lungo tutto il tragitto, e viaggiava in auto da solo. Ha trovato un posto di blocco poco dopo aver varcato il confine tra Austria e Alto Adige. La Finanza ha fatto sapere che  i suoi movimenti erano monitorati da qualche tempo, probabilmente grazie a Gps ed intercettazioni ambientali garantite da dispositivi piazzati sulla vettura in uso al “corriere”.

Salvatore ArseniSalvatore Arseni nel 2004 era stato intercettato a Padova, in quel caso dalla polizia, mentre trasportava un grosso quantitativo di cocaina insieme a due suoi compaesani di Cellino San Marco. Poco prima, il nome di Arseni era finito nelle carte dell’operazione Persicus dei carabinieri di Padova, contro il traffico di coca che dal Sud America raggiungeva Veneto e altre regioni del Nord, sotto il controllo della camorra.Viaggio con in Alto Adige 6 chili di coca per fornaio brindisino: arrestato

Probabilmente l'indagine è collegata ad un altro sequestro avvenuto nei primi giorni del dicembre scorso, quando un 25enne di San Pietro Vernotico, Angelo Locorotondo fu stato trovato dalla polizia stradale di Vipiteno (Bolzano) con 6 chili di cocaina nascosti in un furgone Opel, e arrestato. La droga, era già tagliata e suddivisa in panetti da un chilo. Il giovane, panettiere ma disoccupato, era fermo in una stazione di servizio, nell'area Sciliar, nel tratto Chiusa-Egna, sull'autostrada del Brennero, la A 22.  Alla vista degli agenti, impegnati in servizi di controllo straordinari per il ponte dell'Immacolata, ha assunto un atteggiamento sospetto. Nel furgone che stava guidando c'erano piccoli mobili ma da una perquisizione è spuntata la droga.

La voce della cattura di Arseni al confine italo-austriaco girava da un paio di giorni a Cellino San Marco, e si parlava anche di perquisizioni presso l'abitazione della persona arrestata con il carico di cocaina in Alto Adige. Al momento, la Guardia di Finanza non ha diffuso altre notizie sulla vicenda.


 

Potrebbe interessarti: https://www.brindisireport.it/cronaca/san-pietro-vernotico-viaggio-con-6-chili-di-coca-per-fornaio-brindisino-arrestato-07-12-2013.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BrindisiReportit/129694710394849

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corriere della cocaina brindisino preso a Bolzano con 2,5 chili di droga nell'auto

BrindisiReport è in caricamento