Corruzione ex sindaco: alla vigilia dell'udienza bomba a villa Screti

Esplosione attorno alle 23 alle porte di San Pietro: la residenza è dell'imprenditore imputato per tangenti a Consales

L'ingresso di villa Screti

BRINDISI - Un ordigno davanti alla villa dell'imprenditore Luca Screti, ex amministratore unico della società Nubile, alla vigilia dell'udienza preliminare in cui è imputato per corruzione con l'ex sindaco di Brindisi, Mimmo Consales: l'esplosione è stata avvertita attorno alle 23, sul posto i carabinieri del Nucleo Investigativo del comando provinciale e quelli della stazione locale e della compagnia di Brindisi.

L'ingresso della villa di Luca Screti (2)-2-2

Domani mattina Screti e Consales dovranno affrontare le valutazioni del gup sulla richiesta di processo avanzata dal pubblico ministero Giuseppe De Nozza, a conclusione dell'inchiesta su presunte tangenti per 30mila euro, dietro l'affidamento dell'appalto per la gestione dell'impianto di Cdr, di proprietà del Comune, alla Nubile Srl nel 2012, anno in cui Consales venne eletto primo cittadino con il centrosinistra trainato dal Pd.

La circostanza temporale, il fatto cioè che l'esplosione sia avvenuta a poche ore dall'appuntamento in Tribunale, è elemento dal quale partono le indagini. Potrebbe però anche trattarsi di una coincidenza, perciò al momento i carabinieri non escludono alcuna ipotesi. L'ordigno esploso pare fosse di potenziale non elevato e di rudimentale fattura, ed ha provocato una piccola breccia nel muro in mattoni ad un lato del cancello (visibile nelle foto).

L'ingresso della villa di Luca Screti (3)-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento dell'esplosione Luca Screti era in casa con la sua famiglia. E' stato lui ad avvertire i carabinieri. L'ingresso e altri settori del perimetro della villa sono monitorati da un sistema di videosorveglianza. Forse le registrazioni potranno risultare utili alle indagini. Gli investigatori ora attendono una formale denuncia da parte dell'imprenditore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • San Vito dei Normanni. Carabiniere fuori servizio blocca corsa clandestina, due giovani denunciati

Torna su
BrindisiReport è in caricamento