menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inquinamento marino: corso Arpa Puglia per la Guardia Costiera

L’ottimizzazione delle risorse da impiegare lungo il litorale della Puglia è stato l’obiettivo fondamentale dell'iniziativa

Il 18 e 19 dicembre si è svolto, presso la Direzione Generale di Arpa Puglia, un seminario formativo a favore del personale della Guardia Costiera proveniente da tutti i comandi territoriali della Direzione Marittima di Bari volto a potenziare la collaborazione tra il corpo delle Capitanerie di Porto e l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’Ambiente.

L’ottimizzazione delle risorse da impiegare lungo il litorale della Puglia, nell’ambito dell’attività di verifica e controllo a tutela dell’ambiente marino e costiero, è stato l’obiettivo fondamentale di tale iniziativa che ha consolidato maggiormente la sinergia e la collaborazione tra soggetti che, a vario titolo, si occupano della tutela del mare.

Corso Arpa Puglia per personale Capitanerie 2-2-2

Tra i temi trattati, la gestione delle emergenze ambientali e l’attività di campionamento nei corpi idrici superficiali, l’attività di controllo sulla gestione dei rifiuti e sugli impianti di depurazione. Il mare ed il suo ecosistema costituiscono, sotto l’aspetto economico, sociale e ambientale una risorsa irrinunciabile per la Puglia, pertanto il potenziamento delle attività di monitoraggio,
vigilanza e controllo a salvaguardia rivestono un’importanza strategica per l’Arpa Puglia e per la Direzione Marittima.

Sia il contrammiraglio Giuseppe Meli della Direzione Marittima - Capitaneria di Porto di Bari che il direttore Generale di Arpa, Vito Bruno, hanno avviato i lavori del corso augurandosi che tale fruttuosa collaborazione rappresenti un ulteriore tassello per le attività di tutela del mare pugliese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento