Cronaca

Costa Morena, sgambetto del presidente Asi all’assessore Miggiano

All'incontro sul progetto Interreg Marcello Rollo bypassa la titolare della delega alla Programmazione economica, dei Cor, e invita Francesca Scatigno, responsabile dei Parchi, espressione di Noi Centro. Altra spaccatura nella coalizione della sindaca

Marcello Rollo, presidente Asi

BRINDISI - Sgambetto del presidente dell’Asi in occasione dell’incontro sulla riqualificazione di Costa Morena con fondi Interreg: Marcello Rollo ha invitato al tavolo l’assessore alle “Tutele”, Francesca Scatigno, espressione della lista Noi Centro, e non la titolare delle delega alla Programmazione economica, Marina Miggiano, dei Cor. E i fittiani e non l’hanno presa affatto bene, lamentando il mancato rispetto dei ruoli, con possibili ripercussioni sui rapporti interni alla coalizione della sindaca Angela Carluccio, già abbastanza tesi.

Marina Miggiano-2Francesca Scatigno-2Il nuovo motivo di scontro in seno ai moderati è arrivato all’indomani del comunicato stampa che lo stesso Rollo ha fatto spedire alle redazioni dei giornali per dare notizia dell’appuntamento che si è tenuto all’Asi.

Poche righe sul contenuto del progetto che Asi, Comune di Brindisi, Comune di Igoumenitsa e Autorità portuale di Brindisi intendono presentare per partecipare al programma di cooperazione Territoriale Europea Interreg V/A Grecia-Italia 2014-2020 e sui presenti ed è stato il “patatrac”. Casus belli nuovo di zecca. Perché i Conservatori e riformisti sostengono di essere stati informati “a metà”. Cosa vuol dire? Che sapevano che ci sarebbe stato l’appuntamento su convocazione di Rollo, ma che la presenza dell’assessore alla Programmazione economica non era necessaria perché – sostengono – il discorso sarebbe stato tecnico e per questo, per il Comune sono stati invitati a partecipare i dirigenti del settore. Aggiungono anche l’incontro si è svolto il 13 settembre, giorno del Consiglio e che nel corso della riunione di maggioranza era stato deciso che in Assise sarebbero stati presenti tutti gli assessori (nelle foto gli assessori Scatigno e Miggiano).

“Apprendiamo, invece, dalla stampa che c’era un assessore per il Comune di Brindisi all’incontro di Rollo e che quell’assessore era Scatigno, la cui delega nulla ha a che vedere con l’argomento, mentre è noto che si tratta di un nominativo dei centristi”, dicono i fittiani. “Si parla di progetti europei, di Interreg e anziché esserci l’assessore delegata a queste materie, è stata invitata l’assessore a cui la sindaca ha assegnato il Verde, i Parchi Cittadini ed Aree Protette, i Rapporti con i Quartieri, la  Salute e Benessere degli Animali, il  Canile e Dog Park e il Teatro. Come mai?”, chiedono. La domanda sarebbe stata già posta alla sindaca, con invito al rispetto dei ruoli che lei stessa ha assegnato nella composizione della Giunta. “E come mai il ruolo di capofila è stato assegnato all’Asi, con Rollo il cui mandato è in prorogatio?”. Anche questo interrogativo è stato consegnato alla prima cittadina.

Secondo indiscrezioni, i toni non sarebbero stati “moderati”, ma alquanto accessi perché sul tavolo è stata posta la questione dello sbilanciamento al “centro” dell’Amministrazione comunale, con dialogo ritenuto preferenziale se non esclusivo con Noi Centro e Brindisi prima di tutto, le due liste della sindaca, imbastite da Marcello Rollo.

Contestazioni sollevate inizialmente da Impegno sociale di  Carmelo Palazzo e di recente riprese dagli stessi Cor, con richiesta di verifica politica e sfuriata del consigliere Raffaele De Maria, per il quale senza condivisione non si può immaginare alcun percorso futuro. Lo sgambetto, complica la situazione e rende ancor più tesi i rapporti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costa Morena, sgambetto del presidente Asi all’assessore Miggiano

BrindisiReport è in caricamento