Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Veneto Banca, risparmiatori brindisini parte civile: richiesta accolta

Gli avvocati Antonio Andrisano e Domenico Attanasi chiedono la citazione dei responsabili civili. Il 9 gennaio la prossima udienza

Accolta la richiesta di costituzione di parte civile di centinaia di risparmiatori di Veneto Banca, fra cui diverse decine di persone residenti in provincia di Brindisi rappresentante dagli avvocati Antonio Andrisano e Domenico Attanasi. I due legali stamattina (sabato 12 dicembre), presso il tribunale di treviso, hanno preso parte a una nuova udienza del processo a carico di Vincenzo Consoli, ex amministratore delegato di Veneto Banca, imputato per aggiotaggio, ostacolo alla vigilanza bancaria e falso in prospetto nel primo dei capitoli giudiziari relativi al crac della ex popolare.

L’ordinanza del gup Gianluigi Zulian, emessa intorno alle ore 14.30, è molto importante, spiegano Andrisano e Attanasi, perché afferma la legittimazione alla costituzione di parte civile dei singoli risparmiatori anche per i reati di ostacolo alla attività di vigilanza e falso in prospetto, oltre che per l’aggiotaggio.

La prossima udienza, fissata per il 9 gennaio 2021, sarà dedicata alla discussione delle richieste di citazione dei responsabili civili. La vicenda, come noto, riguarda anche i numerosi risparmiatori che attraverso le filiali di Banca Apulia avevano acquistato azioni Veneto Banca ignari del reale valore di quei titoli e della situazione di sostanziale dissesto della banca poi posta in liquidazione coatta amministrativa. Per questo è stata chiesta la citazione, quale responsabile civile, di Banca Intesa Sanpaolo, che non solo è succeduta a Veneto Banca in virtù di atto di cessione di azienda, ma ha anche incorporato Banca Apulia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veneto Banca, risparmiatori brindisini parte civile: richiesta accolta

BrindisiReport è in caricamento