Cronaca

Covid in Puglia, prosegue il lento arretramento della pandemia

Continuano a calare i numeri degli attuali positivi e dei pazienti ricoverati nelle aree non critiche degli ospedali regionali. Zero decessi

Prosegue, seppur lentamente, l'arretramento della pandemia da Covid in Puglia. Stando ai dati diramati oggi (giovedì 7 ottobre 2021) dalla Regione, in Puglia ci sono 2.450 persone positive al Covid. Ieri erano 2.499, si registra quindi un ulteriore calo. Sono invece 146 i pazienti ricoverati in area non crtica negli ospedali pugliesi, 19 quelli in terapia intensiva. Ieri i dati parlavano di 150 pazienti in area non critica e 18 in terapia intensiva, in tutta la regione. Per quanto riguarda il Brindisino, al Perrino sono ricoverati 3 pazienti in Pneumologia e 2 in Malattie infettive. Il post Covid di Mesagne ospita 3 pazienti.

Passando poi ai dati del bollettino quotidiano, oggi si registrano 94 nuovi casi positivi e 12.982 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Fortunatamente non si registra alcun decesso. Di seguito, i nuovi positivi divisi per provincia di appartenenza. Provincia di Bari: 25; provincia di Bat: 4; provincia di Brindisi: 8; provincia di Foggia: 22; provincia di Lecce: 18; provincia di Taranto: 15; residenti fuori regione: 2; provincia in definizione: 0.

Per quanto riguarda i dati complessivi dall'inizio della pandemia, in Puglia i casi totali sono 269.465, a fronte di 3.766.644 di test eseguiti. Le persone guarite sono 260.218, mentre quelle decedute sono 6.797. Di seguito, i casi totali per provincia di appartenenza. Provincia di Bari: 98.857; provincia di Bat: 28.204; provincia di Brindisi: 21.370; provincia di Foggia: 47.390; provincia di Lecce: 31.287; provincia di Taranto: 40.892; residenti fuori regione: 993; provincia in definizione: 472.

Aggiornamento vaccinazioni Asl Brindisi

Prosegue la campagna vaccinale nella Asl di Brindisi. Sono 67.597 le dosi erogate finora dai medici di medicina generale, di cui 15.487 (22,9 per cento) in ambito domiciliare. Il 18,5 per cento (12.478) delle dosi è stato somministrato a soggetti over 80, il 26,1 per cento (17.669) a soggetti tra 70 e 79 anni, il 27,4 per cento (18.514) a soggetti della fascia 60-69 anni e il 28 per cento (18.936) a soggetti sotto i 60 anni. I soggetti fragili rappresentano la categoria a rischio vaccinata prevalentemente dai medici di famiglia (47.850; 70,8 per cento), seguita dai soggetti con età superiore a 60 anni (13.382; 19,8 per cento), dai caregiver (1.314; 1,9 per cento) e da altre categorie (5.051; 7,5 per cento).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Puglia, prosegue il lento arretramento della pandemia

BrindisiReport è in caricamento