Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Crisi rifiuti, protesta dei sindaci: "La Regione prenda le redini degli impianti"

La situazione è molto grave, i sindaci del Brindisino hanno deciso di non coprire più in alcun modo le falle di un ciclo dei rifiuti che fa acqua da tutte le parti, e chiedono alla Regione Puglia di assumere il controllo della situazione, e di non fare più solo da arbitro e controllore. A costo del commissariamento dell’Organo di governo d’ambito di Brindisi, se necessario

BRINDISI – La situazione è molto grave, i sindaci del Brindisino hanno deciso di non coprire più in alcun modo le falle di un ciclo dei rifiuti che fa acqua da tutte le parti, e chiedono alla Regione Puglia di assumere il controllo della situazione, e di non fare più solo da arbitro e controllore. A costo del commissariamento dell’Organo di governo d’ambito di Brindisi, se necessario. Lo spiega Salvatore Ripa, sindaco di San Pancrazio e presidente dell’Ambito di raccolta ottimale Br/1, che da stamani è riunione con il presidente della Provincia, Maurizio Bruno e con lo staff dell’Oga.

Domani mattina, martedì, i sindaci si raduneranno presso l’amministrazione provinciale, poi scenderanno in piazza Santa Teresa con il presidente della Provincia, indossando la fascia tricolore, e manifesteranno tutto il loro disagio davanti alla Prefettura. Ecco, l’Ufficio di Governo, fa sapere ancora Ripa, oggi non è stato coinvolto, mentre invece stamani il momento cruciale è stato l’incontro tecnico a Bari tra i funzionari di Regione, Provincia e Oga di Brindisi, per esaminare le opzioni alternative all’attuale situazione di crisi e di blocco della raccolta.

Salvatore Ripa“Ciò che ha mandato in tilt il sistema non è la frazione umida, per la quale abbiamo soluzioni fuori dal territorio provinciale, bensì il conferimento della differenziata. L’impianto di biostabilizzazione di Brindisi, da cui l’indifferenziata deve passare prima di andare alla discarica di Formica Ambi ente (Autigno come è noto è sotto sequestro per inquinamento, ndr), non funziona come dovrebbe – dice Salvatore Ripa - perché la caratteristica del rifiuto in uscita non è quello prevista dalla norma. Quindi il biostabilizzatore ora è saturo, non ha potuto accogliere l’altra indifferenziata degli ultimi giorni, che è rimasta sugli autocompattatori”. Perciò non si può procedere alla raccolta nei venti comuni del Brindisino, dove le società di igiene urbana stanno facendo i salti mortali per liberare qualche camion.

Questo è in sintesi il quadro dell’emergenza, da cui si rischia di non uscire “se la Regione non interverrà direttamente”, ripete il presidente dell’Aro Br/1”. Per fare ciò bisogna cambiare d’urgenza la gestione degli impianti dell’Oga di Brindisi. “Sulla rescissione del contratto con la Nubile Srl abbiamo già deciso – ricorda Ripa – , tra le ipotesi c’è anche quella di un bando per una gestione provvisoria in attesa dell’individuazione del gestore unico con la gara decennale, ma occorre intervenire sul biostabilizzatore e approfondire le cause dei problemi che sono esplosi in queste settimane”. Ciò vuol dire effettuare una analisi tecnica e gestionale accurata ma rapida, e stabilire cosa va fatto. Idem per Autigno: “Forse servirà una discarica di soccorso, vedremo”, aggiunge Ripa, “ma è ora che la situazione degli impianti venga affrontata in maniera radicale".

E dovrà farlo la Regione, chiedono i sindaci, a costo di inviare un commissario all’Oga. Serviranno molto probabilmente anche risorse economiche, e forse qualche deroga per raffreddare l’emergenza. Sullo sfondo ci sono le promesse di cause risarcitorie da parte di Nubile, ma anche due indagini della magistratura, della Digos e del Noe sugli impianti in crisi e la loro gestione, e non va assolutamente dimenticato che i lavoratori della Nubile sono pesantemente penalizzati, assieme alle loro famiglie, dal mancato pagamento degli stipendi. Domani mattina il giorno della protesta dei sindaci. Vedremo come risponderà la Regione Puglia, con la sua nuova giunta che aveva annunciato nuove politiche per il ciclo dei rifiuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi rifiuti, protesta dei sindaci: "La Regione prenda le redini degli impianti"

BrindisiReport è in caricamento