menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Associazioni animaliste: "Il Comune di Brindisi inadempiente"

Domenica 28 maggio, a Brindisi, si è svolta la seconda edizione del Dog Day: una giornata dedicata ai nostri amici a quattro zampe nel corso della quale il comune di Brindisi, in collaborazione con la Asl, ha messo a disposizione l'applicazione gratuita di ben 50 microchip

BRINDISI - Le associazioni Gli Amici di Diwi, Gli Amici di Snoopy, Animalisti Italiani, Anpana, Anpana Oepa, Enpa, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Lepa Brindisi, Liberi, Oipa, Quattro Zampe nel Cuore, Il senso della Vita, Ugda, Wwf Brindisi, hanno inviato una nota sul Dog Day svoltosi il 28 maggio a Brindisi, che pubblichiamo integralmente.

Domenica 28 maggio, a Brindisi, si è svolta la seconda edizione del Dog Day: una giornata dedicata ai nostri amici a quattro zampe nel corso della quale il comune di Brindisi, in collaborazione con la Asl, ha messo a disposizione l'applicazione gratuita di ben 50 microchip, strumento efficace nella lotta all'abbandono e, di conseguenza, al randagismo.

Importante la presenza, nell'occasione, del Coordinamento delle Associazioni Animaliste di Brindisi che ad oggi vede unirsi ben 14 associazioni attive in tutta la provincia con lo scopo, fra gli altri, di portare avanti la lotta al randagismo in tutto il territorio. Lotta che può essere vinta solo attraverso l'applicazione delle leggi, che da molti anni in Italia difendono i nostri amici animali, ma che nella maggior parte dei casi vengono ancora disattese.

La presenza del Coordinamento infatti è stata anche l’occasione per dare voce ad una povera creatura vittima della inadempienza delle leggi da parte del Comune di Brindisi. Una gatta, poi ribattezzata History, dopo aver ricevuto le prime cure dalla Asl, urgeva di assistenza medica specializzata. Purtroppo non è stato disposto il trasferimento immediato. L’autorizzazione pare sia arrivata dopo 24 ore di agonia, negandole di fatto una possibilità di sopravvivenza.

Un altro caso di inadempienza da parte del Comune di Brindisi si è verificato proprio durante il dog day, quando è giunta la segnalazione di un gatto randagio incidentato: solo grazie alla presenza e all'interesse tempestivo manifestato dalla Asl e dai volontari, l'episodio ha avuto un decorso diverso da quello toccato alla povera gatta History.

Quindi, se da un lato il Comune da prova di una certa sensibilità per il problema, dall’altro si dimostra completamente inadempiente, soprattutto se le richieste di soccorso arrivano nei giorni festivi. I volontari del Coordinamento hanno quindi lanciato un forte segnale, con la loro presenza, affinché si intraprenda seriamente la strada del dialogo e della collaborazione tra associazioni ed enti locali perché vi sia una corretta applicazione delle leggi e una reale tutela degli animali liberi sul territorio migliorando così il rapporto uomo-animale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento