rotate-mobile
Cronaca

G7, sindacati: "Criticità nella sistemazione alloggiativa delle forze dell'ordine"

Circa 2600 persone, fra poliziotti, carabinieri e finanzieri, aggregati a Brindisi in occasione del vertice internazionale. La nota dei sindacati di polizia e carabinieri

BRINDISI - Il Siulp (Sindacato italiano unitario lavoratori di polizia) e il Siul Cc (Sindacato italiano unitario lavoratori carabinieri) segnalano criticità nell’accoglienza dei colleghi che nei giorni del G7 alloggeranno nella nave da crociera “Mykonos Magic”, che fino al 18 giugno stazionerà davanti alla banchina di Sant’Apollinare, nel porto interno. La caserma galleggiante ospiterà circa 2600 persone, fra poliziotti, carabinieri e finanzieri. Saranno tutti impiegati nei dispositivi di sicurezza che accompagneranno il vertice. 

Siap

La segreteria nazionale del Siap esprime “forte rammarico e protesta formalmente per il trattamento riservato al personale aggregato a Brindisi per il G7”. Il sindacato “già dalle prime ore del pomeriggio - si legge in un comunicato - riceve dagli operatori segnalazioni e video della pessima condizione in cui versa la nave in oggetto, che vanno dal sistema di climatizzazione non funzionante, ai bagni inservibili, alle docce non funzionanti dalle quali esce acqua sporca e fredda, alle stanze maleodoranti, consegnate tra l’altro dopo ore di attesa, si ripete senza neppure l’acqua per dissetarsi”. 

“Una situazione come già detto indegna e che offende la dignità degli operatori, che non pretendevano sicuramente un hotel 5 stelle super, ma quantomeno una stanza pulita, la possibilità di fare una doccia calda dopo una giornata di viaggio in un furgone e magari un pasto caldo. Rispetto al pasto un altro gravissimo tasto dolente: alimenti di pessima qualità, consumati dopo file interminabili, senza neppure gli appositi vassoi perché terminati e dove nessuno degli addetti alla distribuzione e il personale di bordo della nave conosce la lingua italiana”.

Il Siap “chiede l’immediato trasferimento di quel personale in altre strutture”. 

Siul Cc

“La nave che ospiterà le forze di polizia sembra che non riunisca i minimi requisiti di convivenza (tanto ci viene segnalato da più parti, dei presenti sul posto), pertanto si chiede ai vertici dell’organizzazione dell’evento di mettere i colleghi nelle migliori condizioni di vivibilità, i carabinieri sono disposti ai sacrifici ma dopo un turno di lavoro hanno il diritto di riposare in condizioni dignitose”, scrive Sebastiano Calabro del Siul Cc. 

Siulp

Più dura invece la nota della segreteria nazionale Siul, anche questa si basa su foto e video inviate dai colleghi che alloggiano nella nave noleggiata dal Ministero degli Interni tramite la società di brokeraggio navale “Ferrando & Massone”.

“Le impietose immagini dei video ripresi dentro e fuori dalla nave che, ci era stato assicurato, avrebbe soddisfatto standard di decoro e dignità, restituiscono raccapriccianti scene di perdite di acqua dall’impianto di condizionamento e dai sanitari dei bagni, stanze in condizioni vergognose con materiale che esce dagli split dei condizionatori e si deposita sulle lenzuola dei letti, nonché condizionatori guasti nelle cabine centrali, quindi senza possibilità di aerazione esterna, con un microclima infernale. La nota più dolente, anche a voler trascurare l’assenza di cassette di sicurezza per il deposito delle armi personali, riguarda l’innumerevole quantità di bagni intasati e non funzionanti. Oltre ai limiti strutturali della nave, che davvero si fatica a capire come sia stato possibile valutare come idonea, ci sono poi quelli di un servizio di reception che sarebbe risultato inadeguato anche per alberghi di poche decine di stanze, e giusto per rendere le cose ancora più complicate con personale che si esprime esclusivamente in lingua inglese”. Si legge. 

E ancora: “Centinaia di colleghi sono così dovuti rimanere in attesa per almeno un paio d’ore sul pontile – era così difficile scaglionare gli arrivi? - con decine di ore di viaggio sulle spalle, senza che nessuno abbia avvertito l’esigenza di allestire un minimo di zona benessere per un doveroso ristoro dalla fatica accumulata. E men che meno di spiegare loro cosa stava succedendo. Ancora in tarda serata interi reparti sono in attesa di poter fare il check-in. E, ciliegina sulla torta, sempre a causa della scarsità di personale dell’armatore, entrare ed uscire dalla nave, per i controlli del badge e la registrazione dello spostamento, impegna almeno un’ora. Chi poi ha avuto la fortuna di poter arrivare alla distribuzione del vitto - ed ancora nella tarda serata sono stati assai pochi - dopo una ennesima estenuante attesa ha scoperto che non erano disponibili vassoi, ed è stato costretto ad arrangiarsi con i piatti che riusciva a tenere in mano”. 

Sul caso è intervenuto anche il segretario generale provinciale del Siulp, Massimo Cesario: “Questa organizzazione sindacale si è attivata fin da subito ed è presente, al massimo livello, per concorrere ed essere parte attiva nella soluzione, anche in tempo reale, delle diverse criticità che si stanno incontrando e che si potranno verificare, sia sotto l’aspetto logistico che tecnico”.

“Tale impegno – prosegue Cesario - ha tra gli obbiettivi prioritari, quelli di rendere quanto più accogliente e confortevole la permanenza delle donne e degli uomini della Polizia di Stato aggregati, in modo da permettere loro l’espletamento del servizio con la consueta professionalità e al massimo livello, come di consueto e cosi come richiede tale evento globale”. 

Nella giornata di ieri, il Siulp “ha avuto diverse interlocuzioni con i referenti della questura di Brindisi, per segnalare e trovare le soluzioni a diverse criticità inerenti la sistemazione alloggiativa dei colleghi giunti a Brindisi”.

“Si fa presente – conclude Cesario - che presso la sede della segreteria Siulp di Brindisi, durante tutto il periodo relativo al G7, sarà presente il segretario nazionale Silvano Filippi, il quale sarà a disposizione per garantire l’interlocuzione a livello centrale e rendere più veloce e agevole la soluzione delle problematiche che si potranno verificare in questo particolare periodo. Come sempre il Siulp vigilerà su tutto l'avvenimento per altre eventuali criticità che si dovessero verificare durante l'evento". 
 

Articolo aggiornato alle ore 11.46 (la nota del Siap)

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

G7, sindacati: "Criticità nella sistemazione alloggiativa delle forze dell'ordine"

BrindisiReport è in caricamento