Cronaca San Donaci

Dà in escandescenze in caserma dopo le minacce a ex e figlia: arrestato

Prima ha minacciato telefonicamente la ex moglie e la figlia, poi, mentre queste sporgevano denuncia, ha dato in escandescenze presso la caserma dei carabinieri, danneggiando un citofono

SAN DONACI – Prima ha minacciato telefonicamente la ex moglie e la figlia, poi, mentre queste sporgevano denuncia, ha dato in escandescenze presso la caserma dei carabinieri, danneggiando un citofono. E’ stato arrestato in regime di domiciliari un 48enne di San Donaci già sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

I fatti si sono verificati nella giornata di ieri (15 giugno). Dopo aver subito minacce di morte da parte del sandonacese, mamma e figlia si sono recate presso la locale stazione dell’Arma per sporgere denuncia. Il 48enne, però, ha raggiunto l’edificio militare e ha iniziato a inveire contro le vittime, mentre veniva formalizzata la denuncia. E a un certo punto, con l’obiettivo di farle desistere, ha tentato di scavalcare il cancello di ingresso.

Non essendoci riuscito, a sfogato la sua rabbia contro l’impianto citofonico dello stabile, mettendolo fuori uso. A quel punto i militari hanno ammanettato l’esagitato. Questi poi, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato arrestato per maltrattamenti contro familiari e conviventi e danneggiamento aggravato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà in escandescenze in caserma dopo le minacce a ex e figlia: arrestato

BrindisiReport è in caricamento