Atti vandalici contro le aiuole adottate dai cittadini: intervengono i passanti

Colpite con un ramo di legno anche le vetrine di alcuni negozi fra corso Umberto e piazza Cairoli. Il responsabile ha problemi psichici

BRINDISI – Vandalizzate le targhe delle aiuole di piazza Cairoli adottate dai cittadini. Il danneggiamento è stato effettuato da un uomo, munito di un grosso ramo. Da quanto riferito da alcune persone che hanno assistito alla scena, lo stesso individuo avrebbe percosso anche le vetrine di alcune attività commerciali situate in corso Umberto. Sono dovuti intervenire alcuni passanti per placarlo. 

A quanto pare si tratta di un ragazzo affetto da problemi psichici che di recente si è già reso protagonista di altre intemperanze fra piazza Cairoli e i corsi cittadini. E’ evidente quindi che questa persona abbia bisogno di cure che non possono essere più rimandante, nel suo interesse e in quello della comunità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento